Sabato, 25 Settembre 2021
Elezioni comunali 2018

Elezioni, Rubini: «D'Angelo ha ragione ma Tombolini resta un interlocutore»

Così Francesco Rubini, candidato sindaco Altra Idea di Città, dopo le parole di Italo D'Angelo, che nei giorni scorsi aveva attaccato l'investitura di Stefano Tombolini

«A leggere la cronaca politica di questi giorni sembra che interessi tutto fuorché il merito delle questioni cittadine più importanti». Così Francesco Rubini, candidato sindaco Altra Idea di Città, dopo le parole di Italo D'Angelo, che nei giorni scorsi aveva messo un piede fuori dalla competizione elettorale, stufo di sentir parlare solamente di candidature e liste da riempire senza nessun progetto per la città. Un chiaro riferimento all'investitura da candidato sindaco per Stefano Tombolini, vicino ad un accordo con il centrodestra.

«Ha ragione D'Angelo - afferma Rubini - antiche liturgie politiche figlie del più fastidioso gioco degli schieramenti stanno prendendo il sopravvento gettando vero e proprio fumo negli occhi degli anconetani. Tutto questo a noi non interessa. Abbiamo fatto un'altra scelta, quella di aprire un laboratorio politico e civico completamente nuovo fondato su partecipazione e radicale innovazione. Per quanto riguarda Tombolini invece resta un nostro interlocutore, a patto che non faccia un'alleanza con il centrodestra».

«Ci interessa costruire un'alternativa chiara e netta - conclude - e farlo con chiunque vorrà misurarsi con noi su un'idea di città altra. I partiti di centrodestra e centrosinistra hanno fallito, sta a chi si è mosso con coerenza fuori da quegli schieramenti trovare la strada per aprire una stagione nuova. Ambiente , beni comuni , servizi pubblici , mobilità sostenibile, queste le nostre parole d'ordine, questa la nostra bussola per uno forza popolare e civica in grado di battere gli schieramenti preconfezionati che non servono alla rinascita della città».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, Rubini: «D'Angelo ha ragione ma Tombolini resta un interlocutore»

AnconaToday è in caricamento