menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Adottare un gattino, tutti i miti da sfatare e a chi rivolgersi ad Ancona

I falsi miti sull'adozione di un gatto e le strutture dove è possibile rivolgersi ad Ancona

Molti animali abbandonati dai padroni vengono lasciati in strada e vanno a incrementare il fenomeno del randagismo ma più frequentemente, abituati alla vita domestica, non sopravvivono.
Questo destino affligge in particolare i gatti. Il Comune di Ancona, sul proprio sito ufficiale, ha pubblicato le indicazioni per le adozioni feline.

I miti da sfatare 

I  gatti vengono abbandonati perchè problematici
L’abbandono dei gatti non è legato al carattere del pet! Pensare che i felini si trovano nelle strutture per problemi comportamentali, è sbagliato perchè il più delle volte dietro alla rinuncia si nascondono motivazioni futili. Molti decidono di abbandonare i mici a causa della nascita di un bambino, di un trasloco in un appartamento più piccolo o per colpa dell’inesperienza che porta a non riuscire a far fronte alle necessità del pet.

I gatti da adottare sono tutti malati
Purtroppo questa è una convinzione molto diffusa e uno dei falsi miti più difficili da sfatare! I gatti presenti nelle associazioni non sono affatto malati, una volta arrivati nella struttura i volontari li sottopongono a visite mediche, vengono curati nel caso in cui ce ne sia bisogno e durante il periodo in cui vengono ospitati sono sottoposti alla normale prassi medica.

Curare un gatto adottato è costoso
Anche questo è un falso mito! Come abbiamo visto, i gatti all’interno degli enti vengono tenuti costantemente sotto controllo e curati in caso di necessità. Quindi una volta adottato, il nostro compito è semplicemente quello di fargli fare una visita dal veterinario e mantenerlo in buona salute.

I gatti difficilmente si abitueranno a un nuovo ambiente
Questa convinzione è del tutto sbagliata come le altre! I gatti sono animali molto affettuosi, nel momento in cui trovano un ambiente accogliente, in poco tempo si adattano al contesto che li circonda.All’inizio potrebbero trovarsi spaesati, ma basta avere pazienza e insegnargli le cose più importanti, ad esempio dove fare i bisogni, e nel giro di poco tempo si sentiranno a loro agio.

Si corre il rischio di prendere il gatto sbagliato
Questo non è assolutamente vero. I gatti sono costantemente seguiti da volontari che conoscono perfettamente il carattere dei loro ospiti. Quindi quando decidiamo di adottarne uno, faranno il possibile per proporci il felino giusto per noi. L’obiettivo di queste strutture è quello di trovare una nuova famiglia al pet e assicurargli una vita serena e tranquilla!

Adottare un gatto è complicato
Molti rinunciano ad adottare un gatto perchè la procedura è lunga e complicata. In realtà non è così! É ovvio che quando si sceglie questa soluzione non possiamo pensare di andare nella struttura, scegliere il micio che ci piace e portarlo subito a casa.C’è un iter da seguire pensato solo ed esclusivamente per il benessere del felino ed essere sicuri che viva in un ambiente protetto e sicuro, ma anche per capire se è il micio adatto a noi e alle nostre esigenze.

A chi rivolgersi 

Il Comune di Ancona, sul proprio sito ufficiale, riporta le seguenti strutture e contatti: 

Gattile municipale e sanitario di Bolignano – Candia

Associazione Bolignano on.lus tel. 071 804110, Cell. 339/7277811, chiamare il mattino  per appuntamento finalizzato all’adozione e per eventuali contributi per adozione felini adulti.

Gattile Vallemiano

Associazione A.N.T.A. on.lus  tel.  071/85035 per appuntamento finalizzato ad adozione ed eventuali contributi adozione felini adulti.

www.antancona.org
ancona@antaonlus.org
facebook: gattile.ancona

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento