Sabato, 19 Giugno 2021
Eventi

Cultura: oltre 80 esperantisti da 19 Paesi diversi in visita al Museo Omero

I visitatori hanno potuto ammirare gli ampi spazi della mole, provare la lettura tattile delle opere della collezione, ammirare l’Italia riciclata di Michelangelo Pistoletto e la mostra in corso “I sensi del drappeggio”

Ieri pomeriggio oltre 80 esperantisti provenienti da 19 Paesi diversi - fra cui Cina, Cuba e Giappone  – hanno visitato il Museo Tattile Statale Omero alla Mole Vanvitelliana di Ancona.  
Ad accoglierli e guidarli Aldo Grassini, Presidente del Museo e  Presidente della Federazione Esperantista Italiana: i visitatori hanno potuto ammirare gli ampi  spazi della mole, provare la lettura tattile delle opere della collezione, ammirare l’Italia riciclata di Michelangelo Pistoletto e la mostra in corso “I sensi del drappeggio”.

Tutte le informazioni utili sono  state opportunamente tradotte nonché è stato consegnato del materiale cartaceo particolarmente gradito: d’altronde il Museo Omero può vantare sin dal 2004 la versione in esperanto del suo sito internet. Insomma al Museo ieri si è parlato una lingua unica, l’esperanto, che, nel rispetto della diversità delle culture e delle lingue, favorisce l’amicizia e l’idea della possibile pacifica convivenza internazionale. Gli esperantisti sono nelle Marche per seguire il 66° Congresso internazionale dei ferrovieri esperantisti che si volge a San benedetto del Tronto in questi giorni (17 -24 maggio).

Prossimo appuntamento giovedì 5 giugno con  gli ospiti de “Se vuoi la pace prepara la pace” a cura dell’Associazione Università per la pace con il patrocinio del Consiglio Regionale e della Regione Marche: in programma la visita al Museo Omero con una presentazione dal titolo “Arte e Bellezza come esperienza di pace. Il Museo Omero: un museo di accoglienza… senza barriere”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cultura: oltre 80 esperantisti da 19 Paesi diversi in visita al Museo Omero

AnconaToday è in caricamento