Economia

TPL: sciopero degli autoferrotranvieri il 31 gennaio

Contro il taglio del 5 per cento del trasporto pubblico locale regionale, Filt-Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti proclamano lo sciopero della categoria per il prossimo 31 gennaio

Il Governo Monti taglia per il 2012  i fondi per il trasporto pubblico locale, la Regione Marche taglia il 5 per cento delle risorse disponibili, il Comune di Ancona taglia le corse dei bus per un totale di  256 mila km. Il risultato? Gli autoferrotranvieri si mobilitano e proclamano lo sciopero per il prossimo 31 gennaio.

Ormai è ufficiale. La conferma  arriva dalle segreterie regionali di Filt-Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti che hanno proclamato il fermo della categoria  degli autoferrotranvieri  contro il taglio del 5% delle risorse a favore del trasporto pubblico locale su gomma, che, secondo i sindacati, "oltre a creare forti disagi ai cittadini e mettere in discussione diverse decine di posti di lavoro, non risolverà nessun problema strutturale".
 
Nel mirino dei sindacati di categoria, la stessa "razionalizzazione" del servizio, con cui le diverse società dovranno misurarsi per far fronte ai tagli. Infatti, "i tagli predisposti da parte delle Società di bacino - lamentano i sindacati -  tenderanno a riposizionare il servizio in base ad esigenze esclusivamente aziendali e non sulle reali richieste e necessità dei cittadini marchigiani. Non verranno prodotti quegli efficientamenti, riorganizzazioni e accorpamenti che avrebbero realizzato un notevole risparmio dei costi, mantenendo inalterato, addirittura potenziato, il servizio".
 
Di qui le richieste di Filt-Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti: il ripristino delle risorse da fondi FAS e FERS (circa un terzo di quelli previsti per il ferro) e l’attivazione di un tavolo Regionale di indirizzo, oltre che di tavoli provinciali di bacino, per discutere circa le prospettive del servizio di trasporto pubblico su gomma. Tra le proposte avanzate dalla categoria, che dice no ai tagli "imposti dall'alto" e non concertati, una programmazione Regionale delle Aziende Pubbliche, un coordinamento Regionale che abbassi i costi di gestione politica, un servizio unico Regionale che elimini le sovrapposizioni e  integri i servizi ferro-gomma.
 
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

TPL: sciopero degli autoferrotranvieri il 31 gennaio

AnconaToday è in caricamento