Martedì, 15 Giugno 2021
Economia

Commissariata la Banca delle Marche: Feliziani e Terrinoni commissari

"Il provvedimento è stato assunto anche alla luce dei risultati del primo semestre, pubblicati in data odierna, che si caratterizzano per consistenti rettifiche su crediti poste in essere dalla banca"

Questo il testo del comunicato stampa diffuso oggi da Banca Marche:

“La Banca d’Italia, con provvedimento del 27.8.2013, ha disposto la sospensione, in via temporanea, degli organi con funzioni di amministrazione e controllo di Banca delle Marche, ai sensi dell’articolo 76 del Testo Unico Bancario.

Con il citato provvedimento sono stati nominati quali Commissari della banca Giuseppe Feliziani e Federico Terrinoni; gli Organi si sono insediati in data 30.8.2013.
Il provvedimento è stato assunto anche alla luce dei risultati del primo semestre, pubblicati in data odierna, che si caratterizzano per consistenti rettifiche su crediti poste in essere dalla banca.

La procedura di Gestione provvisoria, operando sotto la supervisione della Banca d’Italia, avrà quindi il compito di condurre l’attività aziendale secondo criteri di sana e prudente gestione; dovrà inoltre individuare le necessarie iniziative di rafforzamento patrimoniale, al fine di completare l’azione di risanamento già avviata dalla banca.

La clientela potrà quindi continuare a rivolgersi come di consueto agli sportelli della banca, che prosegue regolarmente la propria attività.

I Commissari”

Questi, in sintesi, i risultati del bilancio del primo semestre 2013 resi noti dalla Banca delle Marche:

- Risultato economico netto consolidato dei primi sei mesi 2013 pari a -232 milioni di euro (perdita per l’esercizio 2012 pari a 526 milioni di euro)
- Conseguente riduzione del livello di patrimonializzazione: il Tier 1 Ratio passa dal 5,62% del 31.12.2012 al 4,29% del 30 giugno 2013; nello stesso periodo il Total
Capital Ratio scende dall’8,51% al 6,64%
- Innalzamento al 10,4% delle coperture a fronte del rischio del totale portafoglio crediti (7,7% al 31.12.2012); il coverage ratio delle attività deteriorate passa dal
28,2% (31.12.2012) al 31,0% (30.6.2013)
- Miglioramento del profilo di liquidità strutturale: il rapporto di intermediazione tra impieghi e raccolta diretta scende dal 109,8% di fine 2012 al 105,6% del 30 giugno
2013

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commissariata la Banca delle Marche: Feliziani e Terrinoni commissari

AnconaToday è in caricamento