Giovedì, 17 Giugno 2021
Economia

Banca Marche: potenziale surplus di 500 lavoratori nel piano industriale

L'ipotesi sarebbe stata formulata considerando la banca "a perimetro invariato", e il taglio potrebbe dunque aumentare a 700-800 persone. L'obiettivo è tagliare i costi del 30%

Parla di un "potenziale surplus" di 500 lavoratori il piano industriale 2013-2016 di Banca Marche, aggiornato il 1 agosto dal cda e consegnato ai sindacati; 280 fuoriuscite sarebbero coperte dal Fondo esuberi che la Banca vorrebbe attivare fin dal 2013.

L'ipotesi sarebbe stata formulata considerando la banca “a perimetro invariato”, e il taglio potrebbe dunque aumentare a 700-800 con la vendita di Cariloreto, di 48 filiali in Emilia Romagna e Lazio, l'eventuale esternalizzazione del Ced di Piediripa.

Le misure di semplificazione e di efficientamento gestionale prevedrebbero la riduzione dei riporti da 16 a 9, delle aree da 14 a 9, dei servizi da 46 a 19, degli uffici di coordinamento dagli attuali 169 a circa 80-100, e infine dei ruoli di coordinamento da 230 a circa 110.
L’obiettivo è quello di ridurre i costi funzionamento del 30% (circa 120 mln di euro), e di realizzare l'equilibrio industriale dal 2014, con risultati positivi a partire dal 2015.

Fonte: ANSA

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Banca Marche: potenziale surplus di 500 lavoratori nel piano industriale

AnconaToday è in caricamento