Economia

TPL: da agosto aumenta il prezzo del biglietto del bus

Ad Ancona il biglietto per la corsa urbana passerà da 1,20 euro a 1,30 euro. Sul rincaro pesa il contributo statale, che per le Marche è il minore d'Italia: ma l'efficienza non c'entra, anzi è il contrario

A partire dal mese di agosto il biglietto per la corsa urbana dell'autobus ad Ancona aumenterà di prezzo, passando da 1,20 euro a 1,30 euro. Stessa sorte toccherà anche agli altri centri: a riportare la notizia è il Messaggero, sulla base dell'avvenuto accordo tra aziende di trasporto e Regione che prevede un rincaro della base tariffaria dei ticket urbani da 1,05 euro a 1,15 euro.

Secondo quanto si apprende sono state proprio le aziende a richiedere l'aumento del biglietto, senza il quale non sarebbero state più in grado di garantire appieno i propri organici. A differenza delle consorelle delle altre regioni, infatti, le aziende marchigiane hanno dovuto fronteggiare l'aumento di carburanti e assicurazioni con il rimborso chilometrico assegnato dallo Stato più basso d’Italia. Il quotidiano riporta un esempio numerico: il corrispettivo dato alle Marche è di 6 centesimi al km, quello dato alla Basilicata è più del doppio, 13 centesimi al km.

Perché le nostre aziende ricevono meno? A causa di un "paradosso" governativo chiamato "virtuosità del contrario": nel corso del tempo lo Stato ha infatti dato più soldi alle aziende che spendevano di più, senza curarsi però di come i soldi venivano impiegati, e dunque per assurdo un'impresa che magari sprecava  meno poteva ricevere meno soldi di una omologa che era capace di spendere di più semplicemente non curandosi dell'efficienza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

TPL: da agosto aumenta il prezzo del biglietto del bus

AnconaToday è in caricamento