Venerdì, 24 Settembre 2021
Amici animali

Opinioni

Amici animali

A cura di amicianimali.org

Quando l’amore è più forte della malattia: la storia di Pelù

Abbiamo avuto la fortuna di assistere ad un grande atto di vero amore per gli animali e generosità d'animo da parte di due coniugi di Brugnetto di Ripe, Maurizio e Serenella

Abbiamo avuto la fortuna di assistere ad un grande atto di vero amore per gli animali e generosità d'animo da parte di due coniugi di Brugnetto di Ripe, Maurizio e Serenella.
La coppia, per quanto già proprietaria di due cani e gatti, ha deciso di aiutare un cane del canile Federico I di Ostra Vetere, Pelù.
Fino a qui non ci sarebbe nulla di così eclatante, se non fosse per il fatto che Pelù  è molto malato e la sua diagnosi non dà scampo. Ma ecco la storia, dall'inizio.

Maurizio e Serenella vengono in canile e ci chiedono di poter aiutare qualche cane, magari prenderlo in stallo se ce ne fosse bisogno. Non hanno in mente un'adozione vera e propria perché hanno già due cani ed alcuni gatti, ma siccome amano gli animali, vorrebbero dare una mano come possono.
Lì per lì prendiamo il loro numero di telefono dicendogli che li avremmo contattati non appena l'occasione si fosse presentata. Nessuno di noi poteva immaginare quello che sarebbe poi successo nel giro di un paio di giorni quando il povero Pelù viene trovato nel suo box a terra. È gonfio, non riesce ad alzarsi, non mangia.

Lo portiamo subito via dal canile presso  una clinica veterinaria a spese della nostra associazione,  non abbiamo idea di quello che gli stia capitando.
Pelù é un bellissimo setter di circa 14 anni, con una vivacità e una voglia di vivere da far invidia ad un cucciolo. Un cane simpatico, adorabile. Entra in canile nel 2008 sano e nel 2011 viene contagiato dalla leishmania, per cui nessuno più vorrà adottarlo. Ma Pelù continua  ad incantare tutti noi volontari con il suo carattere gioioso. Nessuno può esimersi dal coccolarlo, dargli un biscotto, fargli una carezza e lui ripaga tutti con il suo sguardo pieno di amore e felicità, anche se la vita in canile è dura.

Purtroppo la veterinaria che lo ha sottoposto ad una visita accurata e ad analisi, ci informa che a Pelù é letteralmente scoppiata la milza per via di un Sarcoma di 8 cm che gliel'ha devastata, ed ha riportato una gravissima un'emorragia interna, ecco perché Pelù é gonfio e non riesce ad alzarsi.
Occorre intervenire subito prima con delle trasfusioni di sangue per farlo riprendere, e poi operandolo asportandogli la milza.
Questo servirà a salvargli la vita nell'immediato, ma purtroppo il sarcoma é un tumore maligno e non sappiamo se e quante metastasi avrà sparso in giro nel piccolo corpo di Pelù.
La veterinaria non gli dà più di 5/6 mesi di vita al massimo.

Non vogliamo che Pelù, dopo aver affrontato un'operazione simile, finisca la sua vita in un box di canile, per cui chiediamo a Maurizio e Serenella, che sin dall'inizio di questa avventura avevano seguito le sorti di Pelù, se vogliono prenderlo in casa con loro per dargli quell'affetto e quel calore che Pelù non ha mai avuto nella vita.
Maurizio e Serenella, anche se  conoscono Pelù solo da pochi giorni, anche se sanno che la sua vita dopo l'operazione sarà breve, con un grandissimo atto d'amore hanno deciso di adottarlo e così, dopo la convalescenza in clinica, lo hanno portato a casa.

Pelù ora dorme sul divano, mangia le leccornie che gli cucina Serenella, riceve carezze e coccole di continuo.
Noi tutti speriamo che, contrariamente a tutte le statistiche mediche, Pelù  viva più dei pochi mesi che gli hanno dato, e che abbia un angelo custode invisibile che lo proteggerà e lo farà vivere il più a lungo possibile.

Ma comunque vada Pelù  di sicuro i suoi due angeli custodi li ha già incontrati: sono angeli  in carne ed ossa che hanno deciso di amarlo fino a che il cielo vorrà.
Un grazie da parte di tutti noi a Maurizio e Serenella, persone squisite, di animo nobile e generoso.


Il Direttivo
Ass. Amici Animali Onlus

Si parla di

Quando l’amore è più forte della malattia: la storia di Pelù

AnconaToday è in caricamento