rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Animali Osimo

Volontari stremati, rischia di chiudere il gattile comunale. Appello al sindaco: «Ci aiuti lei»

E' la situazione dei micetti di Osimo fino ad oggi seguiti dall'associazione Amici del Gatto Randagio. Contributi esigui e spese sempre più alte

OSIMO – Pochi aiuti e troppe spese, i micetti del gattile comunale rischiano di perdere il loro rifugio. A lanciare l'allarme sono la Lav e l'associazione “Amici Animali Odv” che ora si appellano al sindaco Simone Pugnaloni. «I volontari dell’associazione "Amici del Gatto Randagio" – spiegano Marisa Aquila, responsabile Lav Marche e Manuela Pallotta, presidente di “Amici Animali” - che da più di 20 anni si prendono cura dei gatti, non possono più farlo. Né si potranno attivare delle adozioni dei numerosi cuccioli che vengono spesso lasciati nella sede. Non ce la fanno più se non vengono prese idonee soluzioni. Il gattile, malgrado sia comunale, così come previsto da una legge regionale, ha potuto contare, negli anni, di contributi esigui per le spese di sostentamento e cura dei gatti da parte del Comune. Grazie alle donazioni private e di associazioni come Amici Animali Odv  e dei contributi personali dei volontari, ha potuto svolgere il proprio compito. Ma ora i volontari si stanno invecchiando, i contributi diminuiscono sempre di più, la presidente non ce la fa più e ha bisogno di un aiuto consistente».

Le due animaliste dicono di aver chiesto ripetutamente al sindaco di attivarsi per risolvere la situazione e adempiere così a quanto previsto dalla legge e fanno notare che altri comuni virtuosi, Fano, Ancona, sono attivi «in maniera encomiabile, non solo per salvaguardare il benessere animale ma anche per non lasciare i propri cittadini privi di un servizio utile per risolvere i casi urgenti di abbandoni, ferimenti, presenza di cuccioli problematici , per i quali contattano i volontari delle associazioni che gestiscono i propri gattili». Le due associazioni si augurano che il sindaco risponda in modo costruttivo per risolvere nel migliore dei modi il caso e che «risponda sollecitamente ai nostri suggerimenti e richieste di collaborazione» ricordando anche che il Comune di Osimo «grazie alla grande opera dell’associazione “Amici animali” è passato a mantenere da 130 cani ospitati nel passato nel canile comunale a soli 5 animali».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volontari stremati, rischia di chiudere il gattile comunale. Appello al sindaco: «Ci aiuti lei»

AnconaToday è in caricamento