Ancona Respect presenta squadra e mister, inizia l’avventura nel calcio femminile

Prima la presentazione in grande stile alle finali del Mondialito antirazzista, poi l'annuncio del mister. Ancona sbarca ufficialmente nel calcio femminile

Ancona Respect

Si è presentata in grande stile, ora c’è anche il nome dell’allenatore. Sarà Giacomo Zacconi il responsabile tecnico dell’Ancona Respect, la prima squadra di calcio femminile di Ancona. 29 anni, anconetano, Zacconi ha maturato un’importante esperienza a Roma con il primo progetto calcistico di azionariato popolare della Capitale: l'Ardita San Paolo in terza categoria, prima da giocatore poi da responsabile. Operatore sociale per una onlus che si occupa di richiedenti asilo e rifugiati sparsi per 22 comuni della provincia di Ancona. Tra i progetti di inclusione sportiva a cui ha partecipato c’è proprio il Mondialito antirazzista appena concluso e vinto dalla Romania. La folgorazione per il calcio femminile è arrivata con il mondiale di quest’estate che, anche in Italia, ha confermato un movimento in forte espansione: «Uno strumento di autodeterminazione» secondo il neo tecnico: «Nella mia visione del calcio, e dello sport in generale, non esiste l'agonismo sportivo senza altri valori – ha proseguito Zacconi- ad esempio il rifiuto di ogni tipo di discriminazione, l'inclusione sociale e il rispetto dell'avversario». 

L’Ancona Respect conta già 16 tesserate con la società ottimista di arrivare all’obiettivo di 22 atlete. 10 ragazze si sono già presentate al raduno, le altre 6 stanno ultimando le vacanze. Inizio degli allenamenti previsto per il 19 agosto: «C’è tanto entusiasmo- ha spiegato il responsabile Alessio Abram- tra tante promesse questa squadra di calcio finalmente è nata». Possono entrare in squadra anche ragazze alla prima esperienza calcistica. Per informazioni si può contattare la società tramite la pagina Facebook Ancona Respect.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Ceriscioli sta per blindare le Marche. Conte telefona: «Fermi tutti»

  • La malattia ha spento il sorriso di Carlo Termentini, lutto nell’imprenditoria

  • I carabinieri: «Apra il cofano», lui: «C'è solo un po' di fumo». Arrestato con 5 kg di droga

  • Assiste all'esordio del figlio con l'Ascoli e poi si ricovera, la tenera lettera in ricordo di Roberto

  • Schianto terribile a Posatora, tenta di evitare un gatto e si ribalta: è grave

  • Vedere il figlio nel calcio professionistico, il sogno di papà Roberto si realizza prima di arrendersi alla malattia

Torna su
AnconaToday è in caricamento