Parco del Conero: «Situazione indecorosa tra conflitti d'interesse e bugie del sindaco»

Il consigliere di Altra idea convoca le associazioni ambientaliste per denunciare la situazione: «La Mancinelli è stata sconfessata dal suo vice»

Maurizio Piazzini, commissario del Parco del Conero, che dovrebbe dare un parere su Maurizio Piazzini, progettista del Piano di recupero delle Grotte del Passetto. Il sindaco Valeria Mancinelli smentita dal suo vice Pierpaolo Sediari sulla necessità del parere stesso. Il tutto in un guazzabuglio di dichiarazioni che si intrecciano con la gestione dell'intera area parco che finisce nel mirino di Francesco Rubini, consigliere d Altra Idea di Città che oggi ha radunato varie associazioni ambientaliste (Forum Paesaggio Marche, Portonovo per Tutti, Italia Nostra, Circolo Legambiente Il Pungitopo, Comitato Mare Libero) per fare il punto. «La situazione del parco del Conero è indecorosa – attacca Rubini – Piazzini non può dare un parere a sé stesso ed è in evidente conflitto d'interessi. E mentre si parlava di un commissario ad acta, nella migliore delle ipotesi non c'è stata comunicazione tra la Mancinelli che due giorni fa negava tutto e il suo vice Sediari che ieri, in consiglio comunale, ha sconfessato punto per punto quando detto dal sindaco». La Mancinelli, alle critiche di Italia Nostra, aveva risposto che il Piano non richiedeva alcun parere da parte dell'Ente parco. Un punto smentito da Sediari che ha anche confermato anche l'intenzione di nominare una persona terza con l'incarico di fornire un parere che Piazzini non può dare a sé stesso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Una disinvoltura sconcertante per l'arroganza con la quale si sta procedendo – attacca Riccardo Picciafuoco (Forum Paesaggio e Portonovo per Tutti) – vi sembra normale? Si dà un incarico nel 2006 che viene bocciato dal Parco per incompatibilità delle scelte, si ridà l'incarico agli stessi professionisti e poi uno di loro diventa commissario del Parco. Gravissimo. È la gestione privatistica di un bene pubblico». Secondo Maurizio Sebastiani di Italia Nostra «il Sindaco ha dimenticato di dire che il Piano di recupero del Passetto esiste e che era stato trasmesso dal Comune alla Provincia appena due mesi fa, ad ottobre, per la fase di scoping, in pieno regime di incompatibilità del Piazzini progettista con il Piazzini commissario. Il progetto sta ricevendo pareri da parte di diversi enti e dovrà riceverlo anche dall’Ente Parco. Da parte di Italia Nostra, quindi, non “affermazioni strumentali e offensive” come dichiarato dal sindaco, ma l’utilizzo corretto del diritto di critica basato solo su fatti veri e verificati. Occorre superare il commissariamento ma la proposta di legge è ferma in regione nonostante ci sia accordo tra maggioranza e opposizione perché i quattro sindaci dei comuni che rientrano nell'area si sono opposti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Asteroide in arrivo, lo vedremo dal balcone: «Il vero spettacolo però sarà la cometa»

  • Coronavirus, facciamo chiarezza: quali sono i sintomi e come si trasmette

  • Orrore davanti al mercato: uomo trovato morto in strada dopo un tragico volo

  • Rompono le recinzioni per andare al mare, la passeggiata costa cara: 400 euro a testa

  • Dati sempre più allarmanti, Marche tra le regioni con più morti e positivi al Coronavirus

  • «Vado a prestare i soldi ad un amico», i vigili gli fanno il terzo grado e lui si contraddice

Torna su
AnconaToday è in caricamento