Palombina, evasione fiscale: lo stabilimento balneare nasconde al fisco 400mila euro

La famiglia che gestiva lo stabilimento non dichiarava alcun reddito da circa 7 anni, nonostante l'attività portasse nei loro portafogli dei guadagni elevati

PALOMBINA - La Guardia di Finanza di Ancona ha terminato una verifica fiscale nei confronti di uno stabilimento balneare di Palombina, gestito da una famiglia anconetana. I finanzieri hanno scoperto un'evasione fiscale pari a circa 400mila euro di redditi e 43mila euro di IVA.

La famiglia che gestiva lo stabilimento non dichiarava alcun reddito da circa 7 anni, nonostante l'attività portasse nei loro portafogli dei guadagni elevati. I finanzieri hanno controllato la gestione del ristorante, degli ombrelloni e dei lettini, riuscendo a ricostruire il reale volume d'affare dello stabilimento. I gestori dello stabilimento erano riusciti a truffare il fisco non emettendo i documenti fiscali sui pagamenti ricevuti con il bancomat e la carta di credito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il lungomare sommerso da acqua e detriti, danni ingenti a ristoranti e stabilimenti

  • Scoppia una cisterna, uomo travolto dall'esplosione: tragedia sfiorata in azienda

  • Insetti, avanzi di cibo e dipendenti in nero, arrivano i carabinieri: il ristorante chiude

  • Dramma al Salesi, muore il feto ma i medici salvano la vita della madre

  • Caos in tabaccheria per un Gratta e Vinci, scoppia una lite: arrivano i carabinieri

  • Segano le sbarre di una finestra, ladri in pasticceria: «Siamo blindati ma non basta»

Torna su
AnconaToday è in caricamento