Gdf: quasi un miliardo di euro di evasione fiscale nel 2012

E' solo uno dei tanti numeri della lotta al crimine attuata dalla Guardia di Finanza per l'anno 2012. Non solo questo, purtroppo, perchè il porto di Ancona apre le porte al contrabbando e al traffico di stupefacenti

937 milioni di euro sottratti alla base imponibile di reddito, 851 chili di sostanze stupefacenti sequestrate, fermo di più di 75 tonnellate di sigarette di contrabbando per un'evasione di 14.5 milioni di euro. Sono solo alcuni dei numeri presentati ieri mattina dalla Guardia Di Finanza delle Marche. Numeri che riguardano l'operatività delle Fiamme Gialle in tutto il 2012.

In particolare il porto di Ancona risulta essere la principale porta di ingresso per i traffici illeciti, in particolare prodotti contraffatti o di contrabbando e sostanze stupefacenti destinate  al mercato dello spaccio. A confermarlo è stato il Generale di Brigata e Comandante Regionale Giovanni Mainolfi, che però ha precisato: “Non dobbiamo immaginare un regione che fa uso di beni di contrabbando. Le Marche sono una regione di transito”.

Quasi un miliardo di euro sottratti all'evasione fiscale dunque, di cui 16 milioni in ritenute non versate, 187 milioni di Iva, 878 milioni di Irap, 3.542 lavoratori in nero scoperti. Numeri che Mainolfi ha definito “spia della crisi economica in atto nel paese”. Sul contrabbando si è stimato che una stecca di sigarette su 4 passa per la regione Marche. Numeri che hanno portato all'arresto per contrabbando di 17 persone lo scorso anno. Per quanto riguarda il traffico degli stupefacenti, al porto di Ancona, sono stati sequestrati 845 kg di hashish e marijuana, per un totale di 48 persone arrestate.

Non solo. Sono stati presentati anche i numeri della vigilanza sulle accise: sequestrati 25.463 kg. di oli minerali per 153 impianti controllati e 13 denunce. Prevenzione e repressione di frodi comunitarie: 2 milioni di euro indebitamente sottratti, per 13 denunce all'Autorità Giudiziaria. Controlli su danni erariali e spesa pubblica: 12 milioni di euro contestati per 11 denunce all'A.G. Contrasto al fenomeno dei giochi e scommesse illegali. Contrasto all'immigrazione clandestina. E poi tutela del patrimonio ambientale, lotta alla contraffazione e attività di Polizia Marittima.

Sono stati poi ricordate alcune operazioni che, nel 2012, hanno richiesto un ingente impegno di personale e forze, portando a sgominare importanti azioni criminali:  ad esempio l''”Operazione Promotion”, condotta dal nucleo di Polizia Tributaria di Ancona in materia di evasione fiscale. Un lavoro che, da un'attività sospetta rilevata in una panetteria di Ancona, portà a sgominare una maxifrode fiscale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane si toglie la vita lanciandosi contro un treno, disagi sulla tratta ferroviaria

  • Terribile frontale, nuovo bollettino: «Il bambino è ancora in condizioni critiche»

  • Assiste all'esordio del figlio con l'Ascoli e poi si ricovera, la tenera lettera in ricordo di Roberto

  • Un male incurabile le ha spento il sorriso, la città piange Carla Fraboni

  • Perde il controllo, finisce fuori strada, si ribalta e resta in bilico sul muretto

  • Vedere il figlio nel calcio professionistico, il sogno di papà Roberto si realizza prima di arrendersi alla malattia

Torna su
AnconaToday è in caricamento