Puzza di fritto in cucina, come prevenire e rimediare: consigli per allontanare l'odore

Il fritto non è un must soltanto a Natale, ma anche nelle domeniche in famiglia. Il cattivo odore si deposita per ore dopo aver cucinato. Cosa fare prima, durante e dopo per non avere problemi

Dite la verità, state già pensando al menù di Natale. Il fritto è un must e sicuramente non mancherà sulla vostra tavola specialmente la sera della vigilia. Sì, ma poi? Gli ospiti se ne vanno, l’odore in cucina no. Aprire le finestre non basta nel breve periodo. Ecco allora come risolvere il problema. 

Come eliminare la puzza di fumo da casa e vestiti

Prevenire 

l’olio giusto 

L’odore comincia a diffondersi quando l’olio caldo inizia a sprigionare fumo. Prodotti come l’olio di semi di girasole o di mais vanno in fumo (e puzzano) più lentamente rispetto all’olio d’oliva. L'importante è che l'olio sia di qualità e soprattutto: non usate lo stesso per fritture seguenti.

Chiudi la cucina 

Tenere le porte della cucina chiuse durante la frittura può sembrare un suggerimento banale, ma spesso il fitto viavai con la sala da pranzo rende necessario ricordarlo. 

Una mela nell’olio 

Tra i rimedi della nonna per non far diffondere la puzza con il fumo c’è quello dello spicchio di mela gettato nell’olio non ancora troppo caldo, da togliere però appena diventa scuro. Alternativa: uno spicchio di limone. 

Rimediare 

Lavare subito le padelle 

La regola numero uno è quella di lavare subito le pentole usate per la frittura. Se volete guadagnare tempo potete riempirle d’acqua e lasciarle sgrassare aggiungendo un po' di detersivo per piatti. Provate, quando passerete la spugna sarà tutto molto più facile. 

Aceto 

Versa un bicchiere di aceto in una pentola d’acqua (bastano 2 tazze di acqua e altrettante di aceto di mele) e porta ad ebollizione per circa due minuti. E’ un diffusore naturale e l’aceto “mangerà” la puzza di fritto. Si può usare dell’ammorbidente al posto dell’aceto

Arancia 

Come già visto per la puzza di fumo, è possibile far bollire una scorsa di arancia o limone per avere lo stesso effetto che si ha con l’aceto bollito. 

Caffè 

Durante la notte lasciate in cucina una ciotola con i fondi di caffè o bicarbonato.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio digitale terrestre, cambia tutto per i televisori: come attrezzarsi nelle Marche

  • Acquisto casa, giù i mutui ad Ancona: tutti i dati di provincia e regione

  • Tari, quanto mi costi? Ancona la più cara delle Marche, ma si paga meno del 2018

  • Anche il balcone si veste a festa, le migliori decorazioni natalizie per l'esterno casa

  • Rustici e casali, guida all'acquisto: cosa osservare prima di comprare

  • Facciamo l'albero, naturale o artificiale? Tutti i pro e i contro che aiutano a scegliere

Torna su
AnconaToday è in caricamento