NeMo, il centro per le malattie neuromuscolari: a Torrette consegnati i locali

Primo passo per la nascita della struttura alta specializzazione al quinto piano dell'ospedale regionale: rispettati i tempi del cronoprogramma

La riunione per la consegna dei locali del Centro NeMo

Primo passo per la nascita del Centro NeMo, la struttura ad alta specializzazione, nata da una iniziativa pubblico-privata, per la presa in carico e la cura della Sla e delle altre malattie neuromuscolari: alla presenza della Direzione aziendale (il direttore generale Michele Caporossi e il direttore amministrativo Antonello Maraldo) e dei vertici della Fondazione Serena Onlus, l’intera ala dell’ospedale di Torrette al quinto piano, corpo C, destinata al nuovo e importante servizio sanitario, è stata consegnata e sono stati sottoscritti i relativi atti formali.

Tempismo perfetto, visto che la delibera regionale e il relativo protocollo prevedevano la consegna entro il 1° febbraio 2020. ll direttore generale Caporossi ha espresso soddisfazione e gratitudine a tutti gli operatori dell’Azienda ospedaliera, a partire dal direttore amministrativo Maraldo per «il gioco di squadra preciso e puntuale che ha permesso di superare ogni difficoltà e ostacolo: siamo riusciti a dare una collocazione a tutti, anche in presenza dei numerosi cantieri di lavoro - ha detto - a partire da tutti gli spostamenti per potare al sesto piano dell’ospedale l’Ostetricia e la Ginecologia del Salesi, nei tempi più rapidi possibili».

Ora inizia il percorso di autorizzazione e accreditamento della nuova attività sanitaria di eccellenza da parte della Regione Marche: a completamento del percorso, nell’ospedale ci sarà un bellissimo fiore all'occhiello che potrà migliorare la qualità della vita di tante persone residenti nelle Marche e nelle altre regioni adriatiche che aspettano questo traguardo come una nuova speranza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane si toglie la vita lanciandosi contro un treno, disagi sulla tratta ferroviaria

  • Assiste all'esordio del figlio con l'Ascoli e poi si ricovera, la tenera lettera in ricordo di Roberto

  • Schianto terribile a Posatora, tenta di evitare un gatto e si ribalta: è grave

  • Vedere il figlio nel calcio professionistico, il sogno di papà Roberto si realizza prima di arrendersi alla malattia

  • Un male incurabile le ha spento il sorriso, la città piange Carla Fraboni

  • Perde il controllo, finisce fuori strada, si ribalta e resta in bilico sul muretto

Torna su
AnconaToday è in caricamento