rotate-mobile

«Si pensa più all'Ucraina che al Covid, ma la pandemia c'è ancora» | VIDEO

L'appello del direttore generale dell'Azienda Ospedali Riuniti di Ancona, Michele Caporossi, a non abbassare la guardia: «Tutto quello si è deciso e si deciderà va eseguito alla lettera da tutti i cittadini. E' un dovere»

ANCONA - Il direttore generale dell'Azienda Ospedali Riuniti di Ancona, Michele Caporossi: «Il Covid c’è ancora, con tanti contagi anche se con un impatto inferiore in ospedale rispetto a periodi precedenti. Speriamo non ci sia una quinta ondata, ma non bisogna abbassare la guardia. Emergenza Ucraina e profughi con meno copertura? Questo si aggiunge al fatto che la terza dose non è stata fatta da 10 milioni di persone in Italia- continua Caporossi- il problema di chi arriva da un Paese con un livello di vaccinazione del 30% è un problema in più. Variante Ucraina? Speriamo di no, ma occorre vaccinarsi. Tutto quello si è deciso e si deciderà- chiosa il direttore- va eseguito alla lettera da tutti i cittadini. E' un dovere». 

Si parla di

Video popolari

AnconaToday è in caricamento