Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«La volta del rudere sta per crollare», viaggio tra paura e barriere architettoniche | VIDEO

Discariche a cielo aperto "visitabili" dai balconi di casa, barriere architettoniche e l'ansia che i ruderi in attesa di demolizione vengano giù da un momento all'altro

 

Sappanico e Montesicuro, due frazioni anconetane ancora alle prese con ruderi in attesa di demolizione, barriere architettoniche, discarica e manutenzioni che aspettano notizie. «Il problema è che dall’inizio della nostra protesta la situazione è peggiorata» dice Fabio Mecarelli. A spaventare i residenti è la volta del rudere comunale, recintato, che dà segni di cedimento. Paolo Baggetta ha aperto alle nostre telecamere le porte di casa sua. Dal balcone, ogni mattina, è costretto a vedere i ruderi di una proprietà privata ridotta a macerie, un’area che spesso viene usata anche come discarica dai passanti. A Montesicuro c’è soddisfazione per la riapertura della viabilità sotto la Torre dell’Orologio, ma lo stato dei marciapiedi, delle staccionate rotte e con chiodi sporgenti, fa discutere. E poi c’è il “muro del montone”, che aspetta ancora un cantiere operativo. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AnconaToday è in caricamento