Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infrastrutture e sanità con i soldi del Mes: il “Modello Marche” di Mangialardi | VIDEO

La sanità marchigiana del futuro, le infrastrutture e il rilancio delle Marche secondo il candidato governatore del Pd Maurizio Mangialardi: «Ho bisogno delle risorse dell'Europa»

 

Il rilancio delle Marche, secondo il candidato Pd Maurizio Mangialardi, passa per infrastrutture, sanità ed Europa. «Dobbiamo rimettere in campo il modello Marche e si può fare- ha detto Mangialardi a margine della presentazione dei candidati Pd al Consiglio regionale- ci sono tante energie soffocate da poca disponibilità delle banche e da un accesso al credito difficile. Esiste un tessuto sociale e un volontariato incredibile dobbiamo ripartire da li». Sulla sanità: «I punti essenziali per il futuro sono la ricostruzione di strutture con i soldi che spero arriveranno dal Mes ma anche unsanità di prossimità, telemedicina, servizi sociali che aiutano questo percorso. E’ vero, non si è fatto prima, ma ora abbiamo le risorse». Chiusura sull’Europa: «Tutto quello che è Europa per me va bene, ci siamo accorti oggi quanto sia importante. Senza di lei oggi avremmo il -15% di Pil e dall’altro ieri possiamo invece guardare in prospettiva».

«Siamo partiti già da tempo per affrontare con idee e programmi chiari questa sfida impegnativa, decisiva. I progetti si realizzano con le persone: con voi, Insieme, riusciremo a vincere la sfida elettorale e la sfida ben più importante: portare la nostra terra nel futuro che merita. La lista esprime al meglio le Marche in termini di competenza, esperienza e capacità di rappresentare istanze e bisogni dei singoli territori. Sono certo che ognuno di voi darà quel contributo fondamentale affinché il nostro progetto riformista per le Marche possa affermarsi e realizzarsi. In questi giorni ho avuto modo di visitare molti luoghi e di incontrare tante persone, aziende e associazioni. Ovunque ho potuto riscontrare una nuova disponibilità ad ascoltare le nostre idee e le nostre proposte. C’è più attenzione, più interesse, una maggior voglia di essere parte del cambiamento. Avremo una grande responsabilità per quanto concerne il futuro delle Marche. Affrontare le insidie che anche nei nostri territori incombono dopo la drammatica epidemia di Covid, ridisegnare le priorità dell'agenda politica per continuare a garantire il benessere e la qualità della vita delle nostre comunità, rafforzare gli strumenti che ci consentono di tutelare in bene prezioso della coesione sociale dalle spinte disgregatrici: sono alcuni degli importanti compiti che ci sono stati affidati. Sono certo che ne saremo all'altezza». 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AnconaToday è in caricamento