Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Marche, missione compiuta per Medici senza frontiere: parlano le infermiere senigalliesi - VIDEO

Medici senza Frontiere porta a termine le attività in contrasto al Covid-19 nelle Marche, svolte in collaborazione con l’Asur e la Regione

 

Medici senza Frontiere porta a termine le attività in contrasto al Covid-19 nelle Marche, svolte in collaborazione con l’Asur e la Regione. I medici, infermieri, esperti di igiene e logisti hanno lavorato in 41 strutture per anziani, 4 istituti penitenziari e 7 Centri di Accoglienza Straordinaria (CAS). «Ringraziamo l’Asur per la stretta collaborazione che ci ha dato la possibilità di intervenire nelle Marche in maniera tempestiva dimostrando come la prevenzione ed il contenimento dell’infezione siano decisive per frenare la diffusione del virus tra le persone e le comunità più a rischio, come nelle RSA, ma anche negli istituti penitenziari - afferma Tommaso Fabbri, capo progetto di MSF nelle Marche - Abbiamo lavorato fianco a fianco con operatori spesso lasciati da soli ad affrontare questa emergenza, che non si sono mai tirati indietro, mettendo in campo tenacia e impegno con un’enorme dedizione. Per gli anziani, rimasti soli nelle strutture data la sospensione delle visite esterne, sono stati l'unica famiglia e l'unica cura».

Potrebbe Interessarti

Torna su
AnconaToday è in caricamento