Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Negozio allagato, Lara è una furia: «Stavolta chiedo il risarcimento al sindaco» | VIDEO

La rabbia di Lara Montanari, commerciante di via Rismondo, e della madre Anna Maria. Il negozio è stato uno di quelli più colpiti dal nubifragio che si è abbattuto su Ancona. Dito puntato contro il Comune e, in particolare, sulla manutenzione dei tombini

 

Lara Montanari è una furia. Il suo negozio di via Rismondo, “Strip intimo”, è uno di quelli invasi dall’acqua che si è rovesciata su Ancona nella mattinata di oggi. Ha chiamato la madre Anna Maria per farsi aiutare ad asciugare il pavimento, ma parte della merce è andata. La commerciante punta il dito contro il Comune, accusato di non aver posto la giusta attenzione alla pulizia dei tombini. In particolare, spiega Lara, ce n’è uno lungo via Panoramica che, non riuscendo a far defluire l’acqua, trasforma via Rismondo e strade limitrofe in veri e propri fiumi. E’ già successo altre volte: «Stavolta però ho già chiamato l’avvocato, perché dopo la chiusura per il lockdown non si possono perdere giornate di lavoro così». La sua testimonianza. 
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AnconaToday è in caricamento