Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Incendio al camping, ecco quello che resta dopo il rogo - VIDEO

 

Forse si è trattato di un bivacco finito male anche se la polizia sta ancora lavorando per accertare le cause del rogo. Quello che è sicuro è che qualcuno mercoledì sera intorno alle 22,30 è entrato nel camping privato “Il Girasole”, sul lungomare Leonardo Da Vinci a Senigallia, ha sbrigato alcuni bisogni fisiologici nella toilette della struttura e poi, colposamente o dolosamente, ha innescato le fiamme che non hanno ferito nessuno ma hanno distrutto quasi 40 anni di attività. Su una delle roulotte è stata trovata una bombola di gas aperta, il rogo si è esteso agli altri caravan polverizzando anche le rimesse e gli uffici. Sul posto sono intervenute due squadre dei Vigili del Fuoco da Senigallia e Falconara oltre all’autobotte inviata in supporto dalla sede di Jesi. Stamattina, intorno alle 10, alcuni soci hanno effettuato in sopralluogo per verificare i danni. Con loro c’era Paola Sabatini, figlia del titolare del camping. La sua famiglia ha preso in gestione l’attività nel 1980, lei non si sbilancia sulle possibili cause in attesa della relazione dei Vigili del Fuoco ma non nasconde la delusione per l’accaduto: «Ormai non c’è più nulla, il lato nord del campeggio è tutto distrutto e si sono salvate solo tre roulotte davanti all’ingresso. Quello che è successo l’ho appreso dai social questa mattina, ieri non abbiamo saputo nulla perché i Vigili del Fuoco non sono riusciti a rintracciarci. 40 anni andati in fumo- commenta la donna- è stato un colpo al cuore anche se non abbiamo ancora stimato i danni. Comunque non c’è più nulla di buono, è tutto da buttare». 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AnconaToday è in caricamento