Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La notte che cancellò un pezzo di Ancona: la “frana Barducci”, 37 anni dopo | VIDEO

Lo smottamento della collina del Montagnolo cancellò Borghetto, Posatora e una parte di Torrette. La notte tra il 12 e il 13 dicembre del 1982 è ricordata ad Ancona come quella "frana Barducci". Esattamente 37 anni dopo, il video dei Vigili del Fuoco accende di nuovo il ricordo

 

Erano il 13 dicembre del 1982 e Ancona, con ancora nella mente il terremoto che la sconvolse 10 anni prima, si preparava al Natale. A seppellire la felicità e la serenità di chi viveva nell’area della Palombella furono i 342 ettari di terreno venuti giù dalla collinetta del Montagnolo. Il Borghetto, Posatora e una parte di Torrette pagarono il prezzo di oltre 800 abitazioni rase al suolo e circa 3.700 persone evacuate. Un tratto di ferrovia che costeggiava la Flaminia fu divelta. Gli ospedali, l’allora sede della polizia stradale e la facoltà di medicina dell’Università di Ancona riportarono gravissimi danni. Dai nosocomi “Tambroni”, Geriatrico e Oncologico furono evacuate centinaia di persone. La strada sulla costa  rimase impraticabile per 2,5 km. 

La "frana Barducci" colpì i quartieri nel cuore della notte tra domenica 12 e lunedì 13 dicembre. Al mattino quella parte di Ancona sembrò colpita dall’apocalisse tra persone che vagavano incredule, senza vere più nulla. I Vigili del Fuoco erano tra i soccorritori e a 37 anni dall’evento hanno diffuso un video con un messaggio chiaro. Non dimenticare. 
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AnconaToday è in caricamento