Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Bomba Day, dentro l’evacuazione (ma c’è chi non lo sa) – VIDEO

 

“Una bomba? Dove? Agli Archi?”. Ebbene sì, anche nella giornata più lunga per Ancona, almeno per chi vive nei quartieri interessati dall’evacuazione, c’è chi dell’ordigno trovato lo scorso 17 ottobre non sapeva nulla. Le operazioni per allontanare circa 12.000 persone sono iniziate intorno alle 5 con il passaggio dei mezzi dei vigili urbani a sirene accese. I più hanno scelto di muoversi in autonomia e la maggior parte di chi ha usato le navette per raggiungere i punti di accoglienza ha lasciato casa non prima delle 7. Tutto si è svolto regolarmente: un gruppo di persone ha chiesto e ottenuto di poter entrare nel varco già chiuso per poter portare via i familiari con problemi di salute, alle 8 (orario limite per lasciare le abitazioni) l’assessore comunale alla Protezione Civile e alla sicurezza Stefano Foresi ha citofonato nei vari portoni insieme ai volontari per verificare che nessuno fosse in casa. Qualcuno ha aperto il portone, ma si è allontanato in extremis. 
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AnconaToday è in caricamento