Domenica, 14 Luglio 2024

Droga nelle Marche, il nuovo canale passa per l'Europa del Nord: Guardia di Finanza in allerta | VIDEO

Il generale di brigata Alessandro Barbera, comandante regionale della Guardia di Finanza, parla dell'arrivo di droga nelle Marche

Il generale di brigata Alessandro Barbera, comandante della Guardia di Finanza Marche, parla dell'arrivo di droga nelle Marche fa il punto sull'approvigionamento di droga nelle Marche e indica il canale del Nord Europa come quello su cui si è alzato il livello di allerta degli investigatori. Per quanto riguarda il bilancio 2023, le attività ispettive hanno consentito di individuare 325 evasori totali, ossia esercenti attività d’impresa o di lavoro autonomo completamente sconosciuti al fisco (molti dei quali operanti attraverso piattaforme di commercio elettronico) e 534 lavoratori in “nero” o irregolari. Scoperti, inoltre, 9 casi di evasione fiscale internazionale, principalmente riconducibili a stabili organizzazioni occulte, a manipolazioni dei prezzi di trasferimento, a residenze fiscali fittizie e all’illecita detenzione di capitali oltreconfine. I soggetti denunciati per reati tributari sono 474, di cui 3 tratti in arresto. All’esito di indagini delegate dall’Autorità giudiziaria, sono stati inoltre cautelati e segnalati all’Agenzia delle entrate crediti d’imposta agevolativi in materia edilizia ed energetica inesistenti o ad elevato rischio fiscale, nonché sequestrati beni costituenti profitto dell’evasione e delle frodi fiscali, per un valore di oltre 48 milioni di euro. 

Sono state avanzate 149 proposte di cessazione della partita Iva e di cancellazione dalla banca dati Vies, nei confronti di soggetti economici connotati da profili di pericolosità fiscale. I 157 interventi in materia di accise hanno permesso di sequestrare oltre 8.300 kg di prodotti energetici. Oltre 200 sono, invece, i controlli doganali sulle merci introdotte sul territorio nazionale in evasione d’imposta, contraffatte o in violazione delle norme sulla sicurezza. 
Le attività di contrasto al contrabbando hanno portato a individuare 1,35 quintali di tabacchi lavorati esteri consumati in frode o sottoposti a sequestro e alla denuncia di 2 soggetti. I controlli e le indagini contro il gioco illegale hanno permesso di verbalizzare 209 soggetti, di cui 2 denunciati all’Autorità Giudiziaria. 
 

Si parla di

Video popolari

AnconaToday è in caricamento