Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Scuole verso la riapertura, investimenti su sanificazione dell'aria | VIDEO

Nelle Marche è sempre più probabile la riapertura delle scuole superiori con una settimana di anticipo rispetto all'1 febbraio. A dirlo è il presidente della Regione Francesco Acquaroli

 

Nelle Marche è sempre più probabile la riapertura delle scuole superiori con una settimana di anticipo rispetto all'1 febbraio. A dirlo è il presidente della Regione Francesco Acquaroli. «Se i numeri da qui ai prossimi giorni, a quando sarà calcolato l'indice Rt, saranno confermati noi ci stiamo organizzando per riportare in presenza il 50% degli studenti- spiega- Era scritto anche nell'ordinanza firmata nei primi giorni di gennaio che, se lo scenario fosse cambiato, avremmo preso dei provvedimenti. Il nostro timore una settimana e mezzo fa era che l'indice Rt superasse l'1 proiettandoci così verso una ripresa dei contagi con una presenza di casi sintomatici giornalieri oltre i 60- continua Acquaroli- Questa settimana appena conclusa ci ha restituito una situazione in miglioramento che ci fa preludere ad un indice Rt che non superi l'1 con circa 50 sintomatici al giorno. E' un dato importante perché sotto i 60 casi sintomatici i ricoveri ospedalieri tendono a scendere mentre sopra tendono a crescere». Il presidente Acquaroli e' tranquillo anche sul fronte dell'organizzazione del trasporto pubblico locale. «Sul trasporto pubblico locale le Marche erano pronte già i primi di gennaio- conclude- Il problema non era il Tpl ma la curva epidemiologica. A gennaio abbiamo avuto una recrudescenza importante che non sapevamo dove ci avrebbe portati. Potevano essere giorni sporadici ma potevano preludere ad un'accelerazione importante del virus, quindi abbiamo messo in campo sin da subito tutte le precauzioni che potevamo». 

Testo: Agenzia Dire

Potrebbe Interessarti

Torna su
AnconaToday è in caricamento