rotate-mobile

Lacrime, solitudine e fame d’aria: «Il Covid non c’è? Vi raccontiamo la nostra guerra» | VIDEO  

Rappresentanti di tutto il comparto sanitario di Ancona e provincia in presidio davanti all’ospedale di Torrette per chiedere tutele contrattuali e di sicurezza. Ma il personale ha anche voluto rispondere ai negazionisti

Infermieri, tecnici di laboratorio, di radiologia, oss, ausiliari, medici, fisioterapisti, ostetriche. C’erano rappresentanti di tutto il comparto sanitario di Ancona e provincia  stamattina davanti all’ospedale di Torrette per chiedere diritti e sicurezza per chi lotta in prima linea contro il Coronavirus. Il presidio è stato convocato dai sindacati Fp Cgil, Cisl Fp e UilFpl per richiamare l’attenzione sulla carenza di personale, sulle criticità del contratto di lavoro e sulle misure di sicurezza non ritenute idonee ad affrontare la fase di emergenza. E’ stato però anche il momento per cercare una risposta a quanti credono che quella del Coronavirus sia solo una storia ingigantita da media e istituzione. Esiste? Lo spiegano loro, costretti a vivere (quasi letteralmente) tra i reparti di emergenza e non. 
 

Video popolari

AnconaToday è in caricamento