Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, scuole chiuse ed eventi annullati: «Contagi al confine, situazione aggravata»

Così il presidente della Regione Luca Ceriscioli sulla firma dell'ordinanza che blinda le Marche contro l'emergenza del Coronavirus

 

«Ho appena firmato l’ordinanza che aumenta le misure nei confronti del corona virus. Dalla mezzanotte di oggi  fino a quella del 4 marzo  scattano i provvedimenti che prevedono la chiusura di ogni scuola di ordine e grado  e la sospensione delle manifestazioni di pubblico spettacolo. E’ una scelta importante  maturata dopo 24 ore di attesa e il percorso fatto con il Governo nella riunione di questa mattina nella consapevolezza  che la situazione si è ulteriormente aggravata. Un contagio al confine della nostra regione, a Cattolica, ci segnala che sono  sempre più urgenti misure di contenimento. Bisogna affiancare  alle misure individuali  seguite  fino ad  oggi  (lavarsi le mani, non frequentare luoghi affollati,  non stare troppo vicini a chi ha tosse e raffreddore, disinfezione dei locali) quelle che evitano  l’assembramento delle persone: così si riducono il rischio di contagio. Si tratta di una settimana ed è una scelta importante e con il contributo di tutti potremo arginare l’ampliarsi del contagio. E’ una scelta che riguarda la nostra salute  e chiediamo a tutti di attenersi scrupolosamente alle indicazioni. Facendo ognuno il proprio dovere sarà possibile fare una grande azione collettiva di contenimento della malattia». Queste le parole del presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli nel corso di una conferenza stampa convocata nel tardo pomeriggio di oggi per annunciare i nuovi provvedimenti.

Potrebbe Interessarti

Torna su
AnconaToday è in caricamento