Emergenza sanitaria, ma il circo è in città: «Siamo bloccati» | VIDEO

Personale e animali aspettano il via libera per poter procedere alle esibizioni. Le strutture sono montate al 70% ma per ora c'è una sola certezza: il circo "Maya Orfei-Madagascar" non aprirà i battenti

ANCONA - Tendoni e strutture per pubblico e animali sono già montate per il 70%. Chi passa in zona stadio Del Conero non può non notare insegna e capannoni del circo “Maya Orfei – Madagascar”. Gli spettacoli sarebbero dovuti iniziare domani, 6 marzo, per concludersi il 15. Ad oggi però l’evento è sospeso. Nessuna evoluzione di acrobati, nessun clown, niente di niente. Il circo non aprirà a causa dell’emergenza Coronavirus. 50 dipendenti e 100 animali, arrivati tre giorni fa nel parcheggio dello stadio, aspettano il via libera nazionale per poter annunciare il classico “venghino signori venghino”. L’aria però è di grande pessimismo. Il titolare, Luca Gravagna e la responsabile del settore animali, Tamara Bizzarro spiegano le difficoltà della carovana. «Con il Comune di Ancona è tutto a posto- dicono- abbiamo i permessi necessari, non ci resta che aspettare lo sblocco da Roma. Andarcene? E dove? L’emergenza è in tutto il Paese». Il servizio video. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Emergenza sanitaria, ma il circo è in città: «Siamo bloccati» | VIDEO

AnconaToday è in caricamento