Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Emergenza sanitaria, ma il circo è in città: «Siamo bloccati» | VIDEO

Personale e animali aspettano il via libera per poter procedere alle esibizioni. Le strutture sono montate al 70% ma per ora c'è una sola certezza: il circo "Maya Orfei-Madagascar" non aprirà i battenti

 

ANCONA - Tendoni e strutture per pubblico e animali sono già montate per il 70%. Chi passa in zona stadio Del Conero non può non notare insegna e capannoni del circo “Maya Orfei – Madagascar”. Gli spettacoli sarebbero dovuti iniziare domani, 6 marzo, per concludersi il 15. Ad oggi però l’evento è sospeso. Nessuna evoluzione di acrobati, nessun clown, niente di niente. Il circo non aprirà a causa dell’emergenza Coronavirus. 50 dipendenti e 100 animali, arrivati tre giorni fa nel parcheggio dello stadio, aspettano il via libera nazionale per poter annunciare il classico “venghino signori venghino”. L’aria però è di grande pessimismo. Il titolare, Luca Gravagna e la responsabile del settore animali, Tamara Bizzarro spiegano le difficoltà della carovana. «Con il Comune di Ancona è tutto a posto- dicono- abbiamo i permessi necessari, non ci resta che aspettare lo sblocco da Roma. Andarcene? E dove? L’emergenza è in tutto il Paese». Il servizio video. 
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AnconaToday è in caricamento