Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’intera casa era un laboratorio per produrre droga | VIDEO 

Una scala retrattile portava alla soffitta dell’abitazione, dove i militari della guardia di finanza di Fermo hanno trovato due serre con 41 piante di marijuana: alcune appena germogliate, altre in avanzato stato di sviluppo

 

Una scala retrattile portava alla soffitta dell’abitazione, dove i militari della guardia di finanza di Fermo hanno trovato due serre con 41 piante di marijuana: alcune appena germogliate, altre in avanzato stato di sviluppo. Il proprietario è finito in manette perché quella casa a Fermo, dicono le fiamme gialle, era un vero e proprio laboratorio per la produzione di sostanze stupefacenti: il salone era destinato sia alla maturazione dei germogli, impiantati in un piccolo vaso, che all’essiccazione delle piante già pronte per l’uso. La soffitta, invece, era usata per la coltivazione e per la crescita. Le serre erano dotate di un sistema artigianale di riscaldamento e di aerazione, con tanto di timer per l’accensione e lo spegnimento automatico. Il sistema era capace di mantenere costante la temperatura interna (circa 21°C nelle ore notturne e 26°C in quelle diurne) grazie alla presenza di lampade riscaldanti orientate sulle piante.Il blitz dei finanzieri, con tanto di unità cinofile, ha portato al sequestro delle 41 piante oltre a 176 grammi di marijuana già essiccata e 20 grammi di hashish pronti per essere messi in consumo. La droga, secondo i calcoli degli investigatori, avrebbe fruttato sul mercato circa 50mila euro.
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AnconaToday è in caricamento