rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Volley

Il Mondo del Volley piange Alexis Batte, sconfitto dalla malattia a 52 anni

L'opposto caraibico, arrivato nel nostro paese nel 1998, ha sempre avuto un legame speciale con le Marche, avendo vestito la maglia di Falconara - la sua prima squadra in Italia - e successivamente indossato le casacche di altre formazioni regionali, tra cui quella di Grottazzolina

Il Mondo del volley piange Alexis Batte. Lo schiacciatore caraibico, protagonista per tantissimi anni nel campionato italiano, è scomparso a Cuba sopraffatto da una malattia contro cui ha lottato coraggiosamente, mantenendo fede alla sua tempra di combattente che lo ha contraddistinto nei tantissimi anni passati sul taraflex. Batte aveva recentemente fatto ritorno nella sua terra d'origine, dove era nato - a Villa Clara - il 28 luglio del 1971: avvicinatosi giovanissimo alla pallavolo, ha compiuto la naturale trafila nelle selezioni giovanili del suo paese, fino a vestire la casacca della nazionale maggiore con cui ha vinto una Coppa del Mondo ed una World League. Nell’estate del 1998, quando Cuba ha ufficialmente aperto alla possibilità di far tesserare i suoi giocatori ai club europei, l’opposto mancino è sbarcato a Falconara, all’epoca militante nel massimo campionato di volley maschile.

Particolarmente legato alle Marche, dopo l’esperienza con la maglia biancoverde ha fatto tappa a Mezzolombardo e quindi a Padova, per poi ritornare per un biennio nella nostra regione a Grottazzolina, nel campionato di serie A2. Quindi gli anni a Piacenza e Isernia, a cui hanno fatto seguito diverse stagioni nei tornei minori sempre con la voglia di giocare, divertire e divertirsi. Trasmessa anche a sua figlia Ilaria, diciottenne palleggiatrice nata a Moncalieri in provincia di Torino, che sta seguendo le orme del papà ed ha già conquistato un argento ai Mondiali Juniores due anni or sono ed è attualmente nel roster del Club Italia. Tantissimi i messaggi di cordoglio arrivati non solo dai tanti suoi ex compagni di nazionale, tra cui Ihosvany Hernandez e Lionel Marshall, ma anche da giocatori, allenatori, dirigenti e tifosi italiani che hanno condiviso con Batte una parte della loro vita sportiva.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Mondo del Volley piange Alexis Batte, sconfitto dalla malattia a 52 anni

AnconaToday è in caricamento