Lardini e Roana uniscono le forze per salvare la A: si giocherà a Macerata

Ufficiale: le due società di volley femminile manterranno la propria identità e settori giovanili distinti. La nuova squadra dovrebbe ripartire dalla A2 con coach Paniconi

I presidenti Giovanni Morresi (Pallavolo Filottrano) e Pietro Paolella (Helvia Recina Macerata)

La Lardini Filottrano ripartirà molto probabilmente dalla serie A2 con il titolo della Roana Macerata, anche se c’è tempo fino al 13 luglio per decidere a quale categoria partecipare e se mantenere la A1 che, però, richiede costi attualmente fuori budget. L’accordo tra le due società marchigiane di volley femminile è stato sancito ufficialmente: ognuna manterrà la propria identità e porterà avanti il proprio settore giovanile, ma insieme daranno vita a un nuovo soggetto che non ha ancora un nome ma dovrebbe partecipare al campionato di A2, giocando a Macerata, sotto la guida del coach Luca Paniconi.

Il confronto di idee e programmi, avviato un anno fa, ha subito nelle ultime settimane un’accelerazione, facendo convergere l’attività di vertice delle uniche due realtà marchigiane che partecipano ai campionati di serie A di volley femminile in una nuova opportunità per un territorio più vasto. «Si sono creati i presupposti per dare vita a quello che ritengo un progetto fondamentale a livello sportivo, ma anche sociale e culturale – spiega il presidente onorario della Pallavolo Filottrano, Giovanni Morresi –, grazie alla disponibilità di tutte le parti in causa, a cominciare dalle famiglie Lardini e Balducci. Ripartiamo dal vertice, da una serie A che continueremo a coltivare, ma anche dalla base, dalle nostre giovani, dalla voglia di iniziare un percorso di crescita strutturale». Il presidente dell’Helvia Recina Macerata, Pietro Paolella, non nasconde la sua «gioia immensa dopo giorni e giorni di lavoro. Abbiamo ragionato con coscienza e ringrazio la Lardini per essersi messa a disposizione di un progetto che permetterà a entrambe le società di mantenere la propria identità: resteranno sia l’Helvia Recina Volley che la Polisportiva Filottrano Pallavolo, perché è giusto ricordare chi ci ha permesso di arrivare fino a qui. Siamo riusciti a coronare il sogno di unire due realtà importanti, che lavoreranno con ancora maggiore forza per fare il bene del settore giovanile e di tutto il movimento della pallavolo marchigiana. A nome della società HR Volley e mio personale sono più che felice, perché è una dimostrazione che i tempi sono maturi per iniziare a ragionare in modo diverso, inclusivo, come continueremo a fare anche noi, perché se si tiene alla pallavolo e alle ragazze che la praticano occorre organizzarsi nel migliore dei modi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Scarpe Lidl, mania anche ad Ancona: scaffali svuotati in mezz'ora, maxi rivendite

  • Zona arancione, per Acquaroli non basta: «Presto ordinanza anti-assembramento»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

Torna su
AnconaToday è in caricamento