Pallanuoto, la Vela Ancona giocherà in A1: l'anno prossimo nessuna retrocessione

Le ragazze hanno festeggiato la permanenza nella massima serie dopo lo stop per il Covid. Coach Milko Pace: «Un torneo senza rischi può togliere motivazioni, dobbiamo darci degli obiettivi»

Le ragazze della Vela Ancona

La Vela Ancona parteciperà al prossimo campionato di pallanuoto femminile di A1. In ultima posizione nel precedente torneo, interrotto dalla pandemia, ma salvata dalla decisione federale di lasciare il campionato immutato, la società anconetana, sostenuta dalla decisione del consiglio, si prepara ad affrontare la prossima stagione con il medesimo impegno che si protrarrà, stavolta, per due stagioni. Il Covid-19 e la conseguente crisi di numerose società sportive ha portato, infatti, il Rapallo Pallanuoto e il Nc Milano a decidere di non partecipare al prossimo campionato di A1. Si procede, dunque, a passi spediti verso un massimo campionato a 8 squadre che non prevede retrocessioni, in attesa di tornare a 10 con le squadre che saranno promosse dalla serie A2 al termine del prossimo torneo.

Oltre alla Vela Ancona ci saranno Orizzonte Catania, Plebiscito Padova, Sis Roma, Css Verona, Rari Nantes Florentia, Bogliasco e Trieste. Per la squadra di coach Milko Pace dubbi e opportunità, che deriveranno da un campionato competitivo nella parte alta della classifica, ma senza obiettivi di salvezza in quella più in basso, dove, viste le ristrettezze economiche del momento e tutti i dubbi legati alle sponsorizzazioni, è lecito immaginare la Vela Ancona. Intanto la squadra ha festeggiato la permanenza nella massima serie all'Antico Miliario di San Ginesio (nella foto, tutta al femminile, con l'assistant coach Elena Russo e con Francesca Pomeri). «La decisione della Federnuoto da allenatore non mi piace - commenta coach Milko Pace -. Un campionato senza nessun rischio può togliere motivazioni. Dovremo essere tutti bravi, io e le ragazze, a darci degli obiettivi, a tenerli bene in mente e a portarli sino in fondo, a prescindere dalla posizione in classifica. In base anche a questo faremo dei programmi, non più a breve termine ma considerando i due anni che avremo a disposizione per far maturare tutta la rosa. Questo ci porterà ad abbassare ulteriormente la nostra età media. Abbiamo ripreso ad allenarci da un mese, tre volte alla settimana in acqua, più palestra, da qualche giorno anche a giocare, vista l'ordinanza regionale che ce lo permette. Ora le ragazze cominciano a stare meglio, dopo due settimane di difficoltà oggettiva, e lavoriamo con serenità guardando al futuro. Rispetto allo scorso anno abbiamo perso ufficialmente solo Giulia Fiore, che era in prestito dal Rapallo che se l'è ripresa. Più Silvia Santini, che probabilmente andrà a studiare fuori, e Teresa Di Martino, per ragioni lavorative. Nei prossimi giorni parleremo sia con Mirka Stankovianska, che è a casa in Slovacchia, sia con Liza Ivanova, che invece in tutto questo periodo è rimasta qui ad Ancona e si sta ancora allenando con noi, per prendere una decisione insieme. Anche con Valeria Uccella c'è l'intenzione di proseguire l'accordo. Naturalmente sono confermate tutte le altre ragazze».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento