Sabato, 25 Settembre 2021
Sport

Campionati Mondiali di Vela d’Altura: trionfano Hurakan e Scugnizza

Dopo 9 giorni ricchissimi di emozioni sportive e di attrattive collaterali, il Mondiale di Vela d'Altura si è concluso sabato, decretando i vincitori e salutando Marina Dorica ed Ancona

Dopo 9 giorni ricchissimi di emozioni sportive e di attrattive collaterali, il Mondiale di Vela d’Altura si è concluso sabato, decretando i vincitori e salutando Marina Dorica ed Ancona.

Marina Dorica ha vissuto il mondiale con grande entusiasmo e ha avuto indietro una altrettanto forte partecipazione da parte degli equipaggi e di quanti erano al loro seguito.
La città ha potuto esibire un biglietto da visita davvero importante ed ha saputo rispondere nel migliore dei modi a una manifestazione che le ha dato una visibilità internazionale come forse in poche altre volte è successo.
Dimostrazione che, come spesso il Presidente di Marina Dorica Moreno Clementi ha detto in questo giorni, le energie positive delle Marche sono tante e se sanno mettersi a sistema anche le sfide più difficili possono essere vinte.

Spazio a questo punto allo sport e ai verdetti di questo Campionato del mondo 2013 . A festeggiare sono stati Hurakan  - dell’armatore civitanovese Marco Serafini - nel Gruppo A e Scugnizza nel raggruppamento B.
Tanti sono stati i premi consegnati in Piazzetta di Marina Dorica alla presenza di un folto pubblico e di diverse autorità che si sono avvicendate sul palco per rendere omaggio ai vari vincitori.
C’erano Marco Luchetti – Assessore al Lavoro e alla Formazione -, Francesco Filoni - Commodoro flotta IYFR Adriatico Centrale -, Rodolfo Giampieri – Presidente della Camera di Commercio di Ancona -, il Capitano di Fregata Mauro Panarello -  Comandante della Nave Palinuro -,  Carlo Ondedei – Presidente X zona FIV -, Nicola Basti – Presidente della Lega Navale di Ancona -, Paolo Manarini – Presidente di Assonautica -, Ennio Molinelli – Presidente Ancona Yacht Club -, Francesco Siculiana – Presidente Uvai -, Tito Vespasiani – Segretario Generale dell’Autorità Portuale -, l’Ammiraglio Giovanni Pettorino – Direttore Marittimo Comandante del Porto di Ancona - Andrea Guidotti – Assessore allo sport del Comune di Ancona -, Andrea Giorgetti – Presidente S.E.F. Stamura -, Fabio Sturani – Presidente regionale del CONI -, Bruno Finzi – Presidente ORC -, oltre ovviamente al padrone di casa Moreno Clementi.

Questi i premi per il Gruppo A:
- Armatore Timoniere: Alberto Rossi, Enfant Terrible
- Vincitore Classe A: Marco Serafini, Hurakan
- Vincitore Classe 1: Evropska Vodni Doprava, Bohemia Express
- Vincitore Classe 2: Manuel Costantin, Rebel
- Vincitore della regata lunga: Marina Kastela
- Vincitore divisione Corinthian: Man, Riccardo di Bartolomeo
- Terzo posto Adria Ferries ORC World Championship: Enfant Terrible, Alberto Rossi
- Secondo posto Adria Ferries ORC World Championship: Aniene, Rinaldi/Martin
- Primo posto Adria Ferries ORC World Championship: Hurakan, Marco Serafini

Questi i premi per il Gruppo B:
- Armatore Timoniere: Vincenzo De Blasio, Scugnizza
- Vincitore Classe 3: Vincenzo De Blasio, Scugnizza
- Vincitore Classe 4: Goodfellass, Ettore Morace
- Vincitore divisione Corinthian: South Kensington, Alessandro Consiglio
- Terzo posto Adria Ferries ORC World Championship: South Kensington, Alessandro Consiglio
- Secondo posto Adria Ferries ORC World Championship: Uka Uka Racing
- Primo posto Adria Ferries ORC World Championship: Scugnizza, Vincenzo De Blasio

Oltre ai premi di classifica, sono stati consegnati anche i premi speciali. Quello alla Valenza Sociale del Progetto è andato all’imbarcazione siciliana Nerina composta interamente da detenuti.
Ad essere premiati per esser l’equipaggio arrivato da più lontano è stato Touchè Super.
Due i premi al femminile: il premio timoniere donna più giovane è andato a Sara Antonicelli, mentre il riconoscimento all’equipaggio tutto al femminile è andato alle Frapa.
Due i premi tutti marchigiani: quello per il miglior classificato nel gruppo A è andato a Hurakan  mentre nel gruppo B a vincerlo è stato Uka Uka Racing.
Infine, il riconoscimento per le barche straniere meglio classificate: Three Sister per il Gruppo B e Bohemia Express nel Gruppo A

Ancona saluta dunque il “suo” mondiale e tutti i suoi ospiti, forte di un’esperienza assolutamente positiva grazie alla sinergia messa in atto da tutti gli attori coinvolti che hanno restituito a tutti l’immagine di una regione che sa come accogliere i visitatori e come organizzare manifestazioni di peso internazionale rivendo plausi unanimi e convinti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campionati Mondiali di Vela d’Altura: trionfano Hurakan e Scugnizza

AnconaToday è in caricamento