Valentino Rossi è stato dimesso

Era stato operato dal direttore dell'unità operativa ortopedia e traumatologia Raffaele Pascarella, in collaborazione con gli anestesisti Mauro Borioni e Ilaria Valentini

Valentino Rossi

E’ stato dimesso stamattina dalla Clinica di Ortopedia dell’ospedale regionale di Torrette Valentino Rossi, arrivato venerdì notte nel capoluogo dorico, dove è stato operato dal direttore dell'unità operativa ortopedia e traumatologia Raffaele Pascarella, in collaborazione con gli anestesisti Mauro Borioni e Ilaria Valentini, assistiti dall'equipe infermierista composta da Paolo Duca, Davide Catalani e Moreno Marchetti. 

«Valentino questa notte ha riposato, era un po’ dolorante ma sta bene, ha usato due stampelle, si è mosso ed è andato al bagno da solo, cammina bene ed è per questo che l’abbiamo dimesso» ha spiegato proprio Pascarella in una conferenza stampa tenutasi stamattina nella Direzione Generale dell’ospedale. E adesso? «Piano piano tornerà ad avere una vita normale, impossibile dare dei tempi precisi anche perché ognuno di noi ha tempi di recupero diversi però io penso che Rossi possa tornare in moto in 30, al massimo 40 giorni». Ora tocca alla riabilitazione, che si terrà in una struttura privata dove il doc è già arrivato in mattinata, ma tornerà ad Ancona per delle visite di controllo. 

Vale ha ringraziato tutto lo staff medico per il riguardo avuto nei suoi confronti e, prima di andarsene, si è anche concesso ai dipendenti della Clinica di Ortopedia firmando degli autografi. Quelli che non ha concesso ieri ai fan accorsi all’ospedale per salutarlo e fargli sapere che, comunque vada, sono con lui. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Vitamina D: perché è importante, dove trovarla e come accorgersi di una carenza

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

  • Coronavirus, screening di massa con tampone antigenico rapido nelle Marche

  • Emergenza Covid, Acquaroli preoccupato: «Rischiamo crisi economica impressionante»

Torna su
AnconaToday è in caricamento