Univpm fa incetta di medaglie ai Campionati Nazionali Universitari 2015

Tre medaglie d'oro, un argento e due di bronzo. Ricco bottino per gli atleti dell'Univpm che hanno partecipato ai Campionati Nazionali Universitari 2015 tenutisi a Salsomaggiore. Alcuni partiranno anche per l'Universiade in Corea del Sud

Tre medaglie d'oro, un argento e due di bronzo. E' ricco il bottino degli atleti dell'Univpm che hanno partecipato ai Campionati Nazionali Universitari 2015 tenutisi a Salsomaggiore lo scorso maggio. Gli studenti-atelti medagliati si sono distinti in varie discipline sportive: tiro a volo, taekwondo, pugilato, karate, rugby, scherma, beach volley e judo. Ma i successi non finiscono qui. Alcuni atleti CUS partiranno per la XXVIII Universiade che si svolgerà a Gwangju, Corea del Sud dal 3 al 14 luglio 2015.

All'Università Politecnica delle Marche i giovani campioni hanno ricevuto una spilla e un portachiavi con lo stemma dell'Univpm. A consegnargli il riconoscimento il Magnifico Rettore Sauro Longhi. A portare a casa la medaglia d'oro Filippo Ronchitelli (taekwondo), Michael Palmieri (tiro a volo) e Carlotta Ilari (taekwondo-forme). Medaglia d'argento per Giorgia Dalla Corte (Judo -63kg). Medaglia di bronzo per Serena Summa (Pugilato -57kg) , Sara Pierandrei e Patrizia Vagnarelli (beach volley femminile). I Campionati Nazionali Universitari di Salsomaggiore hanno ospitato 23 discipline, 200 gare aperte al pubblico e oltre 6000 presenze tra atleti, tecnici e accompagnatori. Sono 70 gli studenti dell'Univpm scesi in campo tra qualificazioni e campionati.

Durante l'anno oltre 600 studenti hanno fatto sport organizzato dal Cus, oltre 300 atleti costituiscono le sei sezioni agonistiche del CUS (Vela, Calcio a 5, Rugby maschile e femminile, pallavolo maschile e femminile, arrampicata sportiva e softball), 80 i tecnici. Durante la cerimonia è stato evidenziato più volte il binomio studio-sport. «Lo sport è un elemento che prepara alla vita e alla carriera che gli studenti andranno a fare, proprio come lo studio» afferma il rettore Longhi.

«I vincitori delle medaglie sanno che non è solo questione di fortuna. Ci vogliono audacia, tanto lavoro e organizzazione. Proprio coma abbiamo fatto con la vela. Da che non sapevamo se smettere questa attività, ci abbiamo creduto e oggi abbiamo una base nautica al porto di Ancona e abbiamo ottenuto risultati importanti- spiega il Prof. Roberto Petrocchi-. Lo sport influisce sulla vita sociale di un individuo, abbatte le barriere culturali ed è un modo per relazionarsi con il territorio. C'è però bisogno di rinnovare gli impianti. Il polo di Posatora per quanto importante per la città, non è stato rinnovato. I palloni devono essere sistemati. C'è bisogno di rinfrescare il nostro patrimonio, una palestra di alto livello per ospitare il pubblico. Stiamo prendendo in considerazione l'idea del Palavento».

«Nel patrimonio edilizio dell'università abbiamo altre strutture che al momento meritano di più la nostra attenzione ma non metteremo alla per ultimo lo sport» assicura Longhi. «Il valore dello sport ha un profilo di cultura che merita un'elevazione. L'impegno nello sport sarà impegno nella vita di domani» commenta Marcello Milani, consigliere nazionale Cusi. «La pratica sportiva deve essere compagna di viaggio nel percorso accademico dei nostri ragazzi. Il binomio studio-sport rende la vita qualitativamente migliore» dichiara David Francescangeli, presidente CUS Ancona. Convocati all'Universiade in Corea del Sud Filippo Ronchitelli, Michael Palmieri e Gianmarco Tamberi della nazionale italiana salto in alto. L'Universiade è una manifestazione sportiva multidisciplinare corrispondente ai giochi olimpici e vi prendono parte studenti iscritti a tutte le università del mondo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento