Pesca in apnea, l'anconetano Galeazzi 2° al trofeo Komaros Sub

L'evento sportivo si è disputato domenica scorsa ad Ancona, mentre le vittoria a squadre se la è aggiudicata proprio il Kòmaros Sub Ancona

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Dopo due rinvii si è svolto finalmente domenica 23 ottobre ad Ancona il "34° TROFEO KOMAROS - 17° Memorial Fabio Bolli" organizzato dal Kòmaros Sub Ancona. Scarsissime le catture complessive, vittoria di Francesco Giunta del Sub Tridente Pesaro, davanti all'anconetano Francesco Galeazzi, terzo Marco Manfrini del Centro Sub Pesaro. Vittoria a squadre per il Kòmaros Sub Ancona. Domenica 23 ottobre, dopo due rinvii causati del maltempo, si è svolta ad Ancona la trentaquattresima edizione del "Trofeo Kòmaros-17° Memorial Fabio Bolli" di pesca in apnea, gara intitolata al ricordo di Fabio Bolli, fondatore della società, indimenticabile dirigente, istruttore di immersione, giudice di gara ed instancabile organizzatore di manifestazioni. La gara si è svolta con un tempo finalmente stabile dopo le perturbazioni delle scorse settimane, il mare calmo e la corrente da nord hanno reso l'acqua discretamente limpida, anche se sul fondo ancora torbida. Trentacinque i concorrenti presenti alla partenza. Come sempre ottima l'organizzazione per questa importante occasione. Il Kòmaros Sub Ancona forniva vari mezzi veloci con a bordo medico e sub di soccorso, oltre che per la direzione di gara, la giuria e l'assistenza, mentre dodici barche e gommoni trasportavano ed assistevano gli atleti. Fondamentale anche la collaborazione con l'Ancona Yacht Club che metteva a disposizione la base logistica ove veniva offerto un buffet agli atleti ed al personale e venivano effettuate le premiazioni. La gara iniziava alle ore 9,35 al centro del campo di gara che si estendeva dalla Chiesa di Portonovo al Moletto dei Sassi Neri di Sirolo. Gli atleti si dividevano in due gruppi, alcuni atleti tra cui alcuni dei favoriti come l'anconetano Palazzetti ed il pesarese Rossi, si dirigevano, nuotando contro corrente, verso l'estremità nord del campo di gara nella speranza di trovare prede interessanti, ma i loro sforzi non erano ricambiati dai pinnuti, nella zona erano infatti presenti solo cefali ma di piccola taglia, al di sotto del peso minimo. Altri atleti sceglievano di scorrere con il favore della corrente verso sud, tra questi gli anconetani Ominetti, Fiori e Galeazzi che si dirigevano verso un relitto normalmente abitato da corvine e cefali. I pesaresi Trebbi e Giunta, superavano il promontorio delle "due sorelle" e procedevano verso l'estremità meridionale del campo gara, Trebbi si fermava su alcune tane ma le trovava tutte vuote, Giunta invece arrivanto al limite del campo gara trovava un branco di cefali e riusciva a catturarne quattro. Ominetti giunto per primo sul relitto falliva un paio di tiri su delle corvine di buona taglia e riusciva a catturarne solo tre di piccola taglia. Fiori giunto poco dopo catturava una bella corvina di circa 650 grammi. Mentre il pesarese Marco Manfrini catturava un grosso cefalo di circa 700 grammi che risulterà alla fine la preda più grossa di una giornata particolarmente avara di soddisfazioni per i pescatori. Al rientro al Porto Turistico Marina Dorica, il giudice di gara Diego Fiori, coadiuvato dal direttore di gara e dalla segreteria, procedeva alla pesatura. I carnieri erano veramente scarsi, varie prede sono state scartate per pochi grammi, la classifica finale era:

1° Giunta Francesco (Sub Tridente Pesaro) - 3 prede - 2.682 punti

2° Galeazzi Francesco (Komaros Sub Ancona) - 2 prede - 1.924 punti

3° Manfrini Marco (Centro Sub Pesaro) - 1 preda - 1.304 punti

4° Fiori Francesco (Komaros Sub Ancona) - 1 preda - 1.256 punti

5° Cirelli Tiziano (Sub Tridente Pesaro) - 1 preda - 1.050 punti

6° Iacovelli Gianfranco (Komaros Sub Ancona) - 1 preda - 1.004 punti

7° Filippini Alessio (Sub Tridente Pesaro) - 1 preda - 964 punti

8° Pasqualini Camillo (Komaros Sub Ancona) - 1 preda - 948 punti

9° Ominetti Mirco (Komaros Sub Ancona) - 1 preda - 938 punti

10°Sbaffi Matteo (Monsub Jesi) - 1 preda - 928 punti

Ben venticinque concorrenti terminavano senza neanche una preda. La classifica per società ha visto prevalere il Komaros Sub Ancona, secondo il Sub Tridente Pesaro, terzo il Centro Sub Pesaro, quarto il Monsub Jesi e quinto il Sub Gian Neri Riccione.

Al termine della pesatura il pescato è stato donato alla mensa dei poveri di Ancona.

Dopo un ricco buffet offerto dagli organizzatori si è poi proceduto alla premiazione.

Il dirigente dell'Ancona Yacht Club, Marco Lewandoski, ha rivolto a tutti un breve discorso in memoria di Fabio Bolli concluso con un lungo applauso.

Il Trofeo "Fabio Bolli" è andato a Francesco Galeazzi, migliore atleta anconetano.

Premi sono stati offerti dal Comune di Ancona, dalla Banca di Credito Coop. di Ancona e dalle ditte All Sport di Falconara, Bonifazi Center Shop di Numana, Samis Ascensori ed Osteria della Piazza di Ancona.

Fabio Fiori 

Torna su
AnconaToday è in caricamento