Sport

Fibrosi cistica, 125 miglia in Kayak: la sfida di Gattafoni dall’Italia alla Croazia

L’atleta marchigiano partirà dalla sua Civitanova Marche e arriverà in Croazia con l’obiettivo di sensibilizzare sulla malattia genetica con la quale ha combattuto strenuamente. La partenza è fissata per il 27 agosto

Alessandro Gattafoni

Un’attraversata di 125 miglia in Kayak per sensibilizzare sull’importanza di conoscere la malattia genetica con cui ha combattuto a lungo e che, per molto tempo, ha rischiato di metterlo in ginocchio: la fibrosi cistica. E’ la sfida presentata questa mattina – 25 agosto – nella Sala Raffaello della Regione Marche dell’atleta marchigiano Alessandro Gattafoni, classe ’85, che il 27 agosto (salvo complicazioni legate al meteo) partirà dalla sua Civitanova Marche fino ad arrivare in Croazia nel Parco Nazionale di Kornati. La nobiltà dell’intento ben si coniuga con i progressi che ci sono stati in ambito terapeutico, quegli stessi progressi che hanno consentito il regolare ambito terapeutico assistenziale permettendo a Gattafoni di realizzare il sogno di una vita normale.

«Questa sfida nasce dalla mia esperienza e nasce non appena ho recuperato uno stato di forma idoneo per provarci. L’obiettivo è quello di sensibilizzare il pubblico sulla fibrosi cistica e per questo il 27 proveremo a partire. Ringrazio tutti e soprattutto il sindaco di Civitanova Marche Fabrizio Ciarrapica che è stato il primo a crederci. La missione è fatta in totale sicurezza con un paio di barche d’appoggio con personale medico. Partiremo da Civitanova intorno alle 18 e puntiamo a compiere la traversata in 24-30 ore ma molto dipenderà dal meteo. Le previsioni non sono ottimali ma ci proveremo. Le pause per mangiare e fare stretching, ogni sei ore, sono state programmate».

 Daniele Scarpa e sua moglie-2

Al suo fianco per sostenerlo nella sfida ci saranno anche i campioni olimpici di canoa Antonio Rossi e Daniele Scarpa (presente anche alla conferenza insieme alla moglie Sandra Truccolo, nella foto sopra), il popolare Vittorio Brumotti, gli enti locali e sponsor aziendali del territorio marchigiano e la Lega Italiana Fibrosi Cistica che da oltre 40 anni tutela i diritti delle persone affette da questa malattia.

L’Assessore alla salute Filippo Saltamartini, che ha portato anche i saluti del Governatore Francesco Acquaroli, ha ribadito l’importanza dell’impresa focalizzandosi sui vari aspetti: «Il senso di questa iniziativa è importante per la nostra condizione umana ma anche il senso di solidarietà e affetto verso i traguardi di queste persone deve tramutarsi in un aiuto concreto. Non è una passeggiata, sarà una traversata difficile e tutto ciò vuol dire che queste sfide vanno considerate al limite della capacità umana. Colgo l’occasione per ringraziare l’Ospedale di Torrette, rappresentato nell’occasione dalla dirigente del reparto che si dedica a questa malattia Benedetta Fabrizi. E’ una cosa talmente grossa quella che Alessandro sta facendo che in pochi se ne rendono conto».

Orgoglioso, infine, il sindaco di Civitanova Marche Fabrizio Ciarrapica: «Grazie Alessandro per tutto quello che stai facendo e grazie soprattutto per aver saputo spostare i riflettori su questa malattia. Raccontare imprese eroiche è quello che più ci piace, questa attraversata non è semplice ancor più in queste condizioni metereologiche. Siamo tutti con il nostro campione, portatore di un messaggio incredibile».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fibrosi cistica, 125 miglia in Kayak: la sfida di Gattafoni dall’Italia alla Croazia

AnconaToday è in caricamento