menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Da sinistra: Ludovico Ciabattoni e Stefano Tizzi

Da sinistra: Ludovico Ciabattoni e Stefano Tizzi

Tennis, trofeo Dimas: vincono Ciabattoni e Re

Si è disputata la scorsa settimana la finale del primo torneo Di.Mas città di Ancona presso il circolo Ata di Pietralacroce. Al vincitore sono andati 500 euro messi in palio dallo sponsor dell'evento sportivo

Si è disputata la scorsa settimana la finale del primo torneo Di.Mas città di Ancona presso il circolo Ata di Pietralacroce. A vincere il montepremi da 500 euro sono stati i finalisti della terza categoria Ludovico Ciabattoni e Stefano Tizi: il primo ha battuto il secondo 7-6 6-7 6-1, sotto l'occhio vigile dell'arbitro Luigi Palanca. Per le quarta categoria il vincitore è stato Tommaso Re, che ha battuto Roberto Occhipinti 7-6-7-5. Sono stati 44 gli iscritti alla competizione sportiva, autorizzata Fit e riservata alla terza e quarta categoria maschile. Tutti gli incontri si disputano al meglio delle tre partite a sei giochi con tie break a 7 punti in ogni partita, all'interno di tre campi in terra battuta.

Il montepremi è stato messo in palio dallo sponsor, l'azienda Di.Mas di Simone Mascioni, grande appassionato di tennis e organizzatore del torneo oltre che partecipante. Le iscrizioni sono arrivate da tutta Italia e anche dall'estero (un giocatore è arrivato perfino dall'Inghilterra), a dimostrazione di come lo sport possa essere anche un'importante occasione di promozione turistica. L'evento sportivo però vuole anche accendere i riflettori sul circolo Ata di via Fratelli Zuccari a Pietralacroce che da anni versa in stato di abbandono e degrado. Gli organizzatori hanno sistemato alcune strutture per renderle fruibili mentre il richiamo di pubblico di appassionati e curiosi in occasione delle gare potrebbe portare nuovi investitori e sponsor per il rilancio delle attività.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento