menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Riaprono gli stadi, ma senza gli ultras dell'Anconitana: «Noi non entriamo»

L'ultimo Dpcm dà il via libera al ritorno degli spettatori alle partite con una serie di limitazioni: Curva Nord non ci sta e diserterà il Del Conero

Riaprono gli stadi, ma nel limite del 15% di riempimento rispetto alla capienza totale e comunque non oltre il numero massimo di 1000 spettatori per gli eventi all’aperto, secondo quanto previsto dall'ultimo Dpcm del Governo. Ma gli ultras dell’Anconitana non ci stanno: diserteranno comunque il Del Conero, come hanno annunciato su Facebook. 

«Curva Nord Ancona comunica che, viste e considerate le nuove normative di accesso allo stadio, ha deciso di non entrare a queste condizioni. Non entriamo nel merito se le normative siano giuste o sbagliate anche perché non è un argomento che ci compete, ma restano comunque regole che oltre a limitare, snaturano il nostro modo di essere ultras: i nostri valori, lo stare insieme, il vivere fianco a fianco la domenica su quei gradoni, gioire per un goal, la possibilità di essere quel 12° uomo in campo che ci ha sempre contraddistinto per ora non sarà più possibile farlo. Lasciamo comunque libera la scelta a chiunque (come è giusto che sia) di entrare, ma in segno di rispetto vi chiediamo di non indossare nessun tipo di materiale con scritte o simboli di Curva Nord. Questa è una scelta molto dolorosa per chi come noi vive quotidianamente sulla propria pelle le sorti della nostra amata Anconitana, ma nonostante ciò invitiamo la squadra a dare sempre tutto sul campo onorando la maglia, perché con il cuore e con la mente saremo sempre al suo fianco».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scuole chiuse in tutta la città: il sindaco firma l'ordinanza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento