Scherma, la Vezzali lo esalta: Tommaso Marini è subito campione d'Europa

Tommaso, acclamato e sostenuto anche dalla campionessa Valentina Vezzali, anche lei presente insieme al team Italia in qualità di Capodelegazione azzurro

L'esultanza di Tommaso Marini

Non è un exploit, non è uno scatto bruciante da centometrista. Quella di Tommaso Marini è una marcia costante fatta di sacrifici quotidiani che continuano a regalare risultati al fiorettista anconetano, certezza dello sport dorico e marchigiano, da coccolare almeno alla pari della gioia che il 17enne sta regalando a questo sport. Si aprono nel segno di Tommaso Marini i Campionati Europei Cadetti e Giovani di Plovdiv in Bulgaria. E inizio migliore non ci poteva essere perché il marchigiano, bronzo iridato lo scorso anno a Bourges, é campione d’Europa. Vittoria da brivido quella in finale contro il russo Troshin, a riprova della grande crescita del talento anconetano, diventato ormai un'atleta di caratura internazionale. Marini parte a mille, poi arriva la rimonta del russo che però resta a 10 e quando l’anconetano rifila la 15° stoccata esplode tutta la gioia, in quell’urlo rabbioso di chi sa di aver fatto suo un successo, sudato ogni giorno sulla pedana di allenamento del club schema Jesi. Talento e disciplina. Doti che si accoppiano con i giusti dosaggi in Tommy, acclamato dalla campionessa Valentina Vezzali, anche lei presente Valentina Vezzali applaude Tommaso Marini-2insieme al team Italia in qualità di Capodelegazione azzurro. In finale Marini ci è arrivato non senza un brivido, battendo 15-14 il francese Robin prima staccato con un avvio bruciante e poi fulminato all’ultima stoccata rendendo vana la sua bella rimonta. Si fermano invece agli ottavi di finale gli altri azzurri in gara oggi, ovvero Federico Pistorio, Alessandro Stella e Alessio Di Tommaso, battuti rispettivamente dal russo Mylnikov (15-9), dal tedesco Ercan (15-14) e dall’altro russo Troshin (15-9).

GLI ALTRI RISULTATI. Si sono invece fermati alle porte dei quarti di finale gli altri tre azzurri. Alessio Di Tommaso è stato sconfitto dal russo Troshin, poi finalista, per 15-9, Alessandro Stella è stato eliminato invece dal tedesco Ercan per 15-14, mentre Federico Pistorio è stato fermato dal russo Mylnikov col punteggio di 15-7. Nella seconda gara di giornata, quella di sciabola femminile Cadetti, la migliore delle azzurre è stata Benedetta Taricco che è uscita di scena agli ottavi di finale. Per lei la sconfitta è giunta per opera della tedesca Lisa Gette, poi medaglia di bronzo, col punteggio di 15-13. Stop nel turno delle 32 invece per Claudia Rotili, fermata dalla francese Couderc per 15-13, per Gaia Pia Carella, sconfitta per 15-7 dalla svizzera Ariane Lebel poi bronzo finale, e per Vally Giovannelli eliminata per mano della russa Kudryaeva col punteggio di 15-7. Oggi, nella seconda giornata di gara della rassegna continentale, saranno di scena le gare di spada maschile Cadetti e di fioretto femminile Cadetti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento