Mercoledì, 16 Giugno 2021
I ragazzi della Robur Osimo
Sport

Basket, ancora fatale l’ultimo quarto: a Porto san Giorgio la Robur non passa

I roburini vengono sconfitti dalla Siva Virtus Porto San Giorgio per 87-77 dopo essere arrivati in vantaggio al terzo quarto di gioco

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

La Robur inciampa ancora una volta nel finale. Per i roburini è fatale di nuovo l'ultimo quarto. Come è avvenuto in altre occasioni, i ragazzi di coach Luconi subiscono una sconfitta negli ultimi dieci minuti, questa volta per mano della Siva Virtus Porto San Giorgio. Un vero peccato perché la Robur ha disputato una buona gara, arrivando nel terzo parziale sul +9 (58-67). Un discreto margine che sembrava incanalare il match a favore degli osimani, prima della "remuntada" dell'ultimo quarto da parte dei padroni di casa, che chiudevano sull'87-77. «Gara condotta al meglio per 33/34 minuti poi in un attimo un parziale devastante dal quale non ci siamo più ripresi - commenta un deluso coach Luconi - Sono onestamente arrabbiato perché dobbiamo capire in fretta le cause di questi momenti di defaillance. Le assenze di David e Redolf non possono certo passare sottotraccia perché ci fanno ritenere che al completo la squadra non possa che migliorare sensibilmente ma sono stanco di trovare giustificazioni e alibi alle sconfitte perché, anche stavolta, come accaduto col Recanati o piuttosto con Fermignano e Urbania, la battuta d'arresto è maturata negli ultimi minuti quando, anziché dimostrare solidità, ci sfaldiamo dimostrando di non essere un gruppo vincente ma un'insieme di giocatori. Questo mi spiace e mi delude perché dal punto di vista mentale ho cercato di lavorare in tal senso sin dal primo giorno ma, evidentemente, non riesco ancora a far comprendere ai ragazzi cosa serva per compattarsi e diventare squadra al di la di quelle che sono le caratteristiche tecniche e le scelte tattiche. Troppa è, del resto, la facilità con la quale ci facciamo rimontare proprio nel momento decisivo del match e questo tipo di situazione sta diventando addirittura stucchevole. Serve attenzione maniacale ed, invece, non riusciamo ad aver continuità per tutti i 40 minuti come dimostrano i contropiedi non convertiti; ne ricordo almeno quattro che non abbiamo concretizzato a canestro nel momento in cui dovevamo fare l'allungo decisivo non attaccando il ferro con cattiveria ma trovando delle soluzioni per lo meno particolari. Rimane il fatto che gli altri contro di noi tirano con delle percentuali mostruose come dimostrato dal 9 su 17 fatto dal Porto San Giorgio dall'arco dei 3 punti; evidentemente, però, è colpa della nostra difesa che dovrebbe essere molto più aggressiva. Continueremo a lavorarci. Per loro senza dubbio decisivo il totem Tortolini che abbiamo contenuto bene in post basso ma che ha saputo mettere tanti tiri sia dalla media che dalla lunga distanza. Ottimo l'esordio di Guisse che s'era allenato per la prima volta venerdì scorso e che tanto potrà darci a livello di fisicità nelle prossime gare. Speriamo di aver trovato il tassello giusto il giocatore che vada ad integrarsi al meglio in una squadra che domenica prossima potrà contare anche sul capitano David. Ringrazio Gabriele Marini che ha fatto in settimana un grande lavoro di preparazione al match - conclude il coach roburino - e s'è saputo integrare al meglio con i ragazzi».

VIRTUS PORTO SAN GIORGIO - ROBUR OSIMO 87-77 (21-14; 44-43; 58-67)

SIVA VIRTUS BK P.S.GIORGIO: De Angelis n.e., Di Sabatino n.e., Riga n.e., Alvear n.e., De Luna 5, Lanciotti 2, Venditti 6, Spaccapaniccia 10, Sagripanti 13, Allen 18, Tortolini 20, Carter 13. All. Minora

ROBUR OSIMO: Breccia n.e., Redolf n.e., Pierucci n.e., Ceretani n.e., Armento 7, Lupetti 15, Cardellini 13, Dominguez 17, Guisse 12, Cardinali 4, Carancini 9. All. Luconi

Arbitri: Mario Foti di Ancona e Luca Boccanera di Loreto (AN)

G.S. Robur Basket

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basket, ancora fatale l’ultimo quarto: a Porto san Giorgio la Robur non passa

AnconaToday è in caricamento