Pesca in apnea, temporali e freddo non fermano gli italiani: un anconetano tra i migliori

I campionati euro-africani di pesca in apnea si sono svolti lo scorso fine settimana in Croazia nell’isola di Lussino

Giacomo De Mola

Un anconetano sul podio dei campionati Euro-Africani di pesca in apena. E' Giacomo De Mola della Komaros Sub Ancona che, nella gar svoltasi la scorsa settimana in Croazia nell’isola di Lussino, è stato il migliore atleta italiano. In tutto si sono cimentati 51 gli atleti in rappresentanza di 19 nazioni, tra cui appunto la nazionale italiana di pesca in apnea guidata dal C.T. Marco Bardi e formata da Giacomo De Mola con assistente Salvatore Roccaforte, entrambi tesserati del Kòmaros Sub, Stefano Claut con assistente Valerio Losito, Dario Maccioni con assistente Gianfranco Loi.

La preparazione è iniziata sotto l’insegna del brutto tempo per cui gli atleti sono passati dai 35 gradi italiani ai 18 della Croazia del nord nel giro di un giorno e con piogge torrenziali e cielo sempre nuvoloso. Pessime condizioni che hanno pregiudicato la preparazione. Mare troppo mosso per la ricerca e lo studio dei fondali, ma gli atleti della italiani erano motivati e preparati a tutto, così hanno lavorato con determinazione e in condizioni davvero estreme. Un solo giorno di bel tempo, ma il maltempo non ha fermato De Mola.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella prima giornata dominata dall’atleta di casa, il croato Daniel Gospic con 17 prede, il migliore degli italiani è stato Stefano Claut, terzo con 15 catture, l’anconetano Giacomo De Mola si piazzava sesto con dieci prede. Nella seconda giornata, vinta dallo spagnolo Oscar Cervantes, il dorico De Mola con un carniere di 13 pesci, composto da gronghi, mustele, saraghi ed un pesce san Pietro, si piazzava al terzo posto risalendo la classifica generale che lo vedeva conquistare il terzo gradino del podio. La classifica finale vedeva primo il croato Daniel Gospic, secondo lo spagnolo Oscar Cervantes, terzo l’italiano Giacomo De Mola, quarto l’altro italiano Stefano Claut, tredicesimo Dario Maccioni. Il portacolori dorico arricchisce il suo già ricco palmares nel quale figurano i titoli italiani di apnea dinamica del 2004 e 2005, il terzo posto ai mondiali di apnea specialità Jump Blue, il secondo posto a squadre nel campionato mondiale 2016 di pesca in apnea e numerosi piazzamenti in gare e trofei internazionali di pesca in apnea. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Folle corsa per la città, tra speronamenti e sorpassi: l'inseguimento e poi l'incidente

  • Coronavirus, è allerta nel Comune di Ancona: almeno 5 dipendenti in isolamento

  • Coronavirus nella scuola primaria, vanno in quarantena sette classi su nove

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento