menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nasce a Senigallia il Panathlon Junior

Finalità primaria del club è l’affermazione dello sport e dei suoi valori morali e culturali, considerati strumenti di formazione ed elevazione della persona e di solidarietà tra gli uomini e i popoli

SENIGALLIA – È il primo del distretto Emilia Romagna-Marche e il quinto in Italia. Stiamo parlando del club di Panathlon Junior di Senigallia, che nascerà il prossimo 6 luglio, alle ore 19,30 all’Hotel City, e riunisce dodici panathleti dai 18 ai 32 anni. Finalità primaria del club è l’affermazione dello sport e dei suoi valori morali e culturali, considerati strumenti di formazione ed elevazione della persona e di solidarietà tra gli uomini e i popoli. 

Il nuovo sodalizio sarà presieduto da Fabio Giampieri, mentre segretarie saranno Rebecca Ripanti e Eva Jolie Obringer. Gli altri componenti sono Alessandro Bachiocchi, Davide Quadraroli, Giacomo Brandi, Elia Sdruccioli, Vittorio Capomagi, Mattia Ferretti, Giorgio Solfanelli, Giancluca Cicetti e Nicola Bizzarri. A tenere a battesimo il nuovo club saranno il presidente del Panathlon di Senigallia Stefano Ripanti, il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi, il presidente del Coni Marche Fabio Luna, Fabio Sturani in rappresentanza della Regione Marche, il vicepresidente internazionale del Panathlon Giorgio Dainese, il Governatore del distretto 5 Emilia Romagna-Marche Luigi Innocenzi e il responsabile Panathlon Marche Alberto Iaccarino. “Una realtà importante – spiega il presidente Ripanti – che si affianca al nostro club per portare avanti gli ideali del Panathlon con l’entusiasmo e l’intraprendenza dei giovani. Tra gli obiettivi  anche la volontà di favorire la promozione di studi e ricerche sui temi dello sport e dei suoi rapporti con la società, lo sviluppo dell’attività sportiva nella scuola; l’instaurazione di rapporti permanenti con le istituzioni pubbliche statali e locali e con le associazioni sportive. Grande attenzione, inoltre, verrà rivolta a iniziative atte a difendere la disabilità, a educare alla non violenza, a prevenire la tossicodipendenza e al recupero delle sue vittime, alla dissuasione dall’utilizzo del doping”. “Un sodalizio utile – aggiunge il sindaco Mangialardi – capace di veicolare verso le nuove generazioni l’idea di sport come comunità e valori importanti come lealtà, correttezza e partecipazione. Come avviene ormai da anni con il club Panathlon, l’Amministrazione sarà vicina anche a questa realtà, nella certezza che non mancheranno occasioni per collaborare a progetti finalizzati ai giovani e alla città”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento