Pallavolo, la Lardini Filottrano si ferma sul più bello: Soverato vince 3-1

La Lardini si ferma sul più bello e non riesce a compiere un ulteriore passo avanti. Al PalaBaldinelli Soverato vince 3-1

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

La Lardini si ferma sul più bello e non riesce a compiere un ulteriore passo avanti in classifica. Al PalaBaldinelli Soverato vince 3-1 e conquista tre punti scacciacrisi in fondo ad una partita che Filottrano potrebbe incanalare su binari ben più favorevoli, ma non coglie l’attimo nel finale di secondo set quando ha tre volte la palla per chiudere. Soverato inizia nel segno di Frigo, che porta in dote tre dei primi sei punti calabresi (3-6). La Lardini pian piano aumenta i giri del motore: il pubblico del PalaBaldinelli si scalda quando Baroli si inventa un punto in pieno stile beach (6-7), si infiamma sul muro di Villani che consegna la parità a quota 9. Cavestro accompagna Filottrano avanti al time out tecnico (12-11), ma Soverato può contare su una maggiore efficacia offensiva (42% contro il 34% della Lardini nel primo set) che si traduce nell’allungo firmato Werth e Minati (14-18). Le ospiti sprintano (15-21), Argentati va a bersaglio appena entrata, ma Soverato non fatica a chiudere il primo set con l’ace di Minati. La Lardini aumenta l’intensità del servizio ed è la chiave di in una prima parte di secondo set in cui le fucsia aggrediscono a muro con Rita (5-4) e Cavestro (8-4). Stincone smarca Villani per il +5 (14-9), Werth si prende il peso dell’attacco consentendo a Soverato di rimanere in scia (16-14). La Lardini tiene il break fino al 20-17, poi il ribaltone di Soverato (20-21) propiziato dalla schiacciatrice statunitense. Villani ed un ace di Stincone scuotono la Lardini (22-21) che nel concitato finale ha per tre volte la palla dell’1-1, ma Roani è determinante e Travaglini non perdona. Un colpo non facile da assorbire, ma la Lardini non demorde: spinge con Villani al servizio (6-4), trova gli affondi di Baroli e Cavestro (12-9), ma deve fare i conti con l’efficacia offensiva di Minati ed il muro. Soverato rimette in sesto il set (16-16), Roani la spinge avanti (18-20). Ci vogliono due difese pazzesche di Baroli e un pizzico di fortuna sul servizio di Argentati (20-20) per frenare la fuga della squadra di Chiappafreddo. Capitan Baroli si prende la squadra sulle spalle: sigla da seconda linea il 22-21, Cavestro non perdona da posto due (23-21). Soverato non molla (23-23), il primo tempo di Rita porta la Lardini al set-ball, la Roani stavolta spara out. Sembra una partita riaperta, ma così non è: Filottrano sente le tossine della fatica e Soverato prende subito il largo (0-4). E’ un avvio di quarta frazione difficile per la squadra di Paniconi, con le ospiti sospinte da Werth (2-8) e da un ace di Minati (3-10). La Lardini ci prova (8-14), anche se la strada resta in salita. Paniconi gioca la carta dell’ex Carloni, il muro di Frigo rispedisce indietro Filottrano (10-17) che molla la presa e perde di vista Soverato (12-22). 

LARDINI FILOTTRANO – VOLLEY SOVERATO 1-3

PARZIALI: 17-25, 27-29, 25-23, 15-25. 

LARDINI FILOTTRANO: Stincone 7, Cavestro 11, Martinelli 1, Rita 8, Baroli 8, Villani 19, Feliziani (L), Corazza, Carloni, Malavolta, Argentati 6. N.e.: Lupidi. All. Paniconi.

VOLLEY SOVERATO: Smutna 1, Minati 19, Frigo 15, Travaglini 8, Werth 20, Roani 12, Paris (L); Bacciottini, Aluigi 1, Bertone, Gili. N.e.: Burduja. All. Chiappafreddo.

ARBITRI: Cerra e Moratti.

NOTE: Durata set: 24', 34', 29', 25'; tot: 112'. Filottrano: battute sbagliate 13, battute vincenti 3, muri 7, ricezione positiva 56%; Soverato: b.s. 10, b.v. 2, mu. 11, ric. pos. 66%.

Torna su
AnconaToday è in caricamento