Volley, Lardini Filottrano tra sfortuna e coraggio: Monza vince 3-1

Ottima la prestazione della Lardini che interpreta quasi perfettamente il match contro la vice capolista Monza. Purtroppo però, le ragazze di Filottrano si devono inchinare ai 30 pt della Matuszkova, autentica dominatrice della sfida

Credit Studio 135 - www.studio135.it

FILOTTRANO -  Chapeau di fronte alla prestazione della Lardini, coraggiosa e sfortunata contro la vice-capolista Monza. Nessun punto (1-3) e parecchi motivi di rammarico, in una partita che le padrone di casa hanno interpretato al meglio, ma nella quale si sono dovute inchinare ai 30 punti di Rossi Matuszkova.

La Lardini deve far fronte ad un avvio complicato (1-5) e le serve la miglior Villani (5 punti nel primo set) per ricucire lo strappo (10-11). Rossi Matuszkova rilancia Monza con un turno al servizio che spacca in due il set (11-17). Il secondo muro di Martinelli sblocca una Lardini che però fatica insolitamente in ricezione (42% di positive nel parziale d’esordio contro il 71% di Monza). Non basta l'ottima difesa per arrestare la corsa del Saugella Team che con Bonetti firma il +7 (13-20) in fondo ad un’azione infinita. La Lardini ci prova (16-22), ma è troppo ampio il divario e Monza fa 1-0.

Di ben altro spessore l’impatto sul secondo set della Lardini: Stincone spinge in quattro, Rita piazza il muro del 4-4. Villani resta splendida protagonista in casa rosanero (12-9), ma è la maggiore incisività del servizio filottranese a fare la differenza (Monza nel secondo set scende al 36% di positività in ricezione, Filottrano sale al 71%). Rossi Matuszkova tiene in piedi Monza (17-17), il muro di Martinelli e una piazzata di Baroli danno nuova energia ad una Lardini che mantiene la testa avanti (20-19). E’ un problema al referto elettronico a stoppare la partita per diversi minuti: ci pensa la curva Lardini a riscaldare l’atmosfera di un PalaBaldinelli che applaude un Filottrano che sulla ripartenza è subito reattivo (Cavestro per il 23-21). La risposta di Monza è nelle mani di Rossi che si stagliano anche a muro (23-24). Di Cavestro il mani out che cancella il primo set-point del Saugella Team, ma le emozioni sono appena iniziate. Monza cerca sistematicamente Rossi Matuszkova (12 punti nel solo secondo set), la Lardini difende il possibile e anche qualcosa di più: Filottrano si procura una palla-set (26-25), ma ne deve annullare complessivamente cinque. La svolta quando Cavestro pizzica le mani del muro (30-29) e Villani (8 punti nel secondo gioco) stampa l’ace che rimette in parità il computo dei set.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le brianzole accusano il colpo e la Lardini ne approfitta per lanciare l’arrembaggio in avvio di terzo set: capitan Baroli e il muro di Argentati confezionano il 7-2, ma il Saugella Team si rianima in fretta e i punti di Bruno le consentono di riportarsi sotto (9-7) e operare il sorpasso sul time out tecnico (11-12). La Lardini sembra aver perso fluidità in attacco, ma Stincone è brava a mettere in moto Corazza e poi puntare su Martinelli i cui tre punti consecutivi tengono Filottrano avanti (21-20). Bruno e Nomikou rilanciano le quotazioni di Monza (21-23) e come nel set precedente il finale ospite è monotematico con la palla che finisce sempre e comunque Lardini-Monza_3-2all’opposto ceco (22-24). Argentati e Cavestro alzano il muro, la Lardini annulla tre set-point, ma non il quarto (25-27). Filottrano è bravo a rimanere sul pezzo: Corazza trova continuità in attacco e l’ace del 5-4, Stincone piazza il muro del 7-5. Balboni continua a puntare sulla solita Rossi Matuszkova (9-10), ma la ceca finisce anche per sbattere sul muro di Martinelli (14-13). E’ Devetag a proteggere bene la rete e consentire al Saugella Team di operare sorpasso e allungo (17-19): la Lardini non molla (19-20), Rossi Matuskova la spinge però a -4 (19-23). Corazza e poi Cavestro da zona uno annullano due dei quattro match-point,  il muro di Bruno spegne l’ardore della Lardini per il 3-1 finale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Folle corsa per la città, tra speronamenti e sorpassi: l'inseguimento e poi l'incidente

  • Coronavirus, è allerta nel Comune di Ancona: almeno 5 dipendenti in isolamento

  • Coronavirus nella scuola primaria, vanno in quarantena sette classi su nove

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento