Lardini Filottrano, la Pomì la spunta al tie-break: punto d'oro per le rosanero

La E’più Pomì la spunta al tie-break, dopo che la Lardini era andata avanti 2-1, ma per le rosanero è un punto fondamentale in chiave classifica

Un momento del match

CREMONA - Sulla strada della continuità, la Lardini conquista a Cremona un punto d’oro, figlio di una prova di carattere e di qualità. La E’più Pomì la spunta al tie-break, dopo che la Lardini era andata avanti 2-1.

L’avvio di gara è nel segno di Bosetti da una parte (suoi 3 dei primi 4 punti della Pomì), dell’ex Bianchini e di Moretto dall’altra (5-5). La Lardini lavora bene a muro (5 punti nel set), due punti di Carcaces provano a lanciare le padrone di casa (8-6), ma con Bianchini e Nicoletti (ace) Filottrano mette la freccia (8-9) e allunga con i block di Mancini e Papafotiou (10-12). Casalmaggiore trova risorse al centro, Bisconti è il solito baluardo difensivo, Partenio e Nicoletti portano la Lardini sul +3 (12-15). La E’più Pomì si rifà sotto con Carcaces (16-17) prima e con il muro di Bosetti poi (18-19), la Lardini difende strenuamente il break, il mani out di Partenio è provvidenziale (18-21) e se Bosetti (6 punti nel set) rimette in scia Casalmaggiore ci pensa Nicoletti (6 punti) a prendersi la scena, sfoderando un gran colpo sull’ultimo metro (21-23), l’attacco del 22-24 e quello in extra rotazione (palla che pizzica la linea laterale, rivista al video-check) che consegna l’1-0 alla Lardini.

L’opposta filottranese è ancora grande protagonista dell’avvio di secondo parziale di una Lardini che però vede la Pomì scattare sul 6-2 (ace Bosetti). Filottrano replica con tutte le sue attaccanti, Nicoletti è efficace anche al servizio e la Lardini si riprende la parità a quota 8. Casalmaggior si rimette a correre con l’ace di Carcaces (11-8) e sfrutta gli errori di una Lardini più fallosa rispetto alla prima frazione (14-9). Coach Schiavo ci vuol parlare su, Partenio riaccende il motore di Filottrano (14-11), ma con Antonijevic al servizio e Popovic a muro la E’più Pomì fa il vuoto (21-11). C’è spazio per l’esordio di Çor, ma non per rientrare nel set che Casalmaggiore si aggiudica per 25-14. La Lardini resetta in fretta e riparte di slancio con Mancini, Moretto e il mani out di Partenio dell’1-6. Popovic a muro e Carcaces ridanno slancio alla E’più Pomì, ma la Lardini mantiene alto il livello del suo servizio e alza decisamente i giri in attacco (54% nel set), Bianchini (due attacchi e un ace), Mancini e Nicoletti spingono Filottrano al massimo vantaggio (8-14). Carcaces dimezza il distacco (13-16), e sono fondamentali i primi tempi di Moretto (4 punti nel e il 60%) e Mancini (5 con il 100%) per tenere a freno il ritorno di Casalmaggiore (16-20). Bisconti e Partenio tengono “vivi” palloni su palloni, Bianchini va a tutta potenza (17-22), Partenio (muro) e Nicoletti riportano avanti la Lardini (19-25). La squadra di Gaspari riparte con l’ex Scuka nello starting six, Bosetti sprinta (3-0), Partenio e Nicoletti tengono in linea (4-3) una Lardini che però vede le padrone di casa allungare sull’8-3 prima e sull’11-5 poi (ace Scuka). Partenio alza il muro (13-10), sul servizio di Stufi Casalmaggiore prende il volo (19-10), anche perché Filottrano fatica a mettere il pallone a terra. In campo nella Lardini Çor e Angelina, la E’più Pomì gestisce l’ampio vantaggio e si va al tie-break. Che per la Lardini inizia bene sul servizio di Papafotiou (ace dello 0-2), Nicoletti e Bianchini tengono il break (5-7), ma al cambio campo va avanti Casalmaggiore, che spinge in attacco con Carcaces (9-7). Partenio e Nicoletti impattano (9-9), l’opposta riporta avanti la Lardini (10-11), ma il rush finale lo firma Bosetti (premio di mvp) con Popovic che sigilla il 3-2 di Casalmaggiore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Raffica di esplosioni, poi le fiamme altissime: maxi incendio nel porto di Ancona

  • Incendio al porto di Ancona, quella nube era tossica: ora c'è un'indagine della Procura

  • Incendio porto, in città non si respira: Comune chiude scuole e parchi

  • «Non c'erano sostanze tossiche», ma la Mancinelli non si fida e corre ai ripari

  • Notte d'inferno al porto, la lunga lotta contro l'incendio che ha devastato l'ex Tubimar

  • Si schianta con un'auto, camper si ribalta: un ferito è gravissimo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento