Pallavolo, la Lardini resta in volo: Caserta battuta 3-1

La Lardini parte sulle ali di Angelina e di Partenio, che in attacco e a muro firma il primo break interno (6-3). Bechis si affida a Castaneda e Gray, ma è il muro di Cruz a far ritrovare la parità a Caserta

Un'immagine della partita

Con decisione e caparbietà la Lardini non arresta la sua corsa e davanti alle telecamere di Rai Sport conquista la terza vittoria consecutiva, piegando (3-1) la resistenza di una Golden Tulip Caserta che fino in fondo sa vendere cara la pelle. La squadra di Filippo Schiavo disegna una prova di sostanza, sfruttando l’efficacia del servizio (9 ace) e un attacco brillante che chiude con il 48%. Caserta ha il merito di rimanere dentro la partita anche dopo il 2-0, ma deve cedere di fronte ad una Lardini che nel momento della difficoltà (11-14 nel quarto set) trova con l’apporto di tutte l’energia e la determinazione per mettere in cassaforte altri tre punti d’oro. A capitan Laura Partenio (66% in attacco e 77% in ricezione) il premio MVP 81 Service. La Lardini parte sulle ali di Angelina (suoi i primi tre punti filottranesi) e di Partenio, che in attacco e a muro firma il primo break interno (6-3). Bechis si affida a Castaneda e Gray (13 punti in due nel primo set), ma è il muro di Cruz a far ritrovare la parità a Caserta (8-8). Angelina e Nicoletti rimettono davanti (12-10) una Lardini che però deve fare i conti con il ritorno della Golden Tulip e con un break di 0-4 (12-14) chiuso dallo slash di Gray. In un set in cui gli attacchi vanno a mille (60% per Filottrano, 50% per Caserta), è Nicoletti (6 punti con il 75%) a caricarsi il peso offensivo delle padrone di casa (15-16) e sono gli unici due errori di Castaneda (in un set da 7 punti e il 77%) a far rimettere la testa avanti (17-16) alla Lardini. Papafotiou di seconda conserva il vantaggio minimo (20-19), poi Gray stampa i due muri consecutivi che rilanciano la Golden Tulip (20-22). La chiave del set si chiama Bianchini, che dopo l’attacco out di Alhassan confeziona un turno al servizio che manda in difficoltà la ricezione casertana. Gray attacca fuori, Nicoletti piazza il pallone del sorpasso (23-22), l’ace diretto di Bianchini lancia ancor di più una Lardini che chiude a muro con Partenio (25-22). La squadra di Schiavo parte lancia in resta nella seconda frazione (3-0), la Golden Tulip prova ad alzare il livello della difesa, Papafotiou sfrutta al massimo l’81% in ricezione e mette Grant e Moretto (8 punti in due, con il 100% di efficacia) nella condizione di far male al centro. Filottrano (al 51% in attacco) prende il largo (16-11), divario che si amplia sui colpi vincenti di Angelina, in attacco e dalla linea di battuta (19-12). Bisconti e Partenio chiudono con la zip la seconda linea, l’ace della capitana filottranese chiude la frazione (25-15). La Golden Tulip prova a rimanere dentro la partita (1-3), pur incassando un break di 7-1 (8-4) propiziato e chiuso da Angelina. Cuccarini affida il compito ad Ameri di sistemare la seconda linea, il primo punto della partita (con il servizio) dell’ex Garzaro dà il là al recupero ospite che passa soprattutto per i punti di Castaneda. La cubana confeziona il +3 (12-15), ricucito in fredda dalla Lardini, grazie all’attacco di Partenio, all’ace di Papafotiou e ad una grande difesa-punto di Bisconti (15-15). Da qui in avanti le due squadre vanno a braccetto, un punto avanti la Lardini (18-17, ace Moretto), un punto avanti la Golden Tulip (21-22, contrasto a rete di Bechis). Bianchini difende e piazza una palombella da applausi (23-22), un errore in attacco garantisce il set-point a Caserta, annullato da Nicoletti (24-24), Garzaro e Gray riaprono il confronto (24-26). La Lardini è bravissima a resettare in fretta, Moretto alza il muro, la difesa e un attacco di Angelina producono il 5-1 iniziale. Caserta non abbassa la guardia, ma si riavvicina con Gray (5-4) e impatta (8-8) con Alhassan che punisce la ricezione lunga di Filottrano. La pipe di Nicoletti fissa il nuovo +2 (11-9), ma la Lardini incassa un controbreak di 5-0 (11-14), sbattendo sul muro di Bechis e Alhassan. Nel momento di difficoltà, la formazione di Schiavo è brava a stringere i denti, ad affidare ad Angelina e Nicoletti il compito di accorciare le distanze, soprattutto a sfruttare il servizio di Papafotiou. Schiavo la incita a forzare e la regista greca affonda i colpi da zona-uno (ace del 17-15). La Lardini riprende il volo, Partenio pizzica le mani del muro, poi piazza il diagonale del 20-17. La battuta di Moretto è velenosa (21-17), Grant non sbaglia un colpo in attacco e la sua fast fissa il 24-19. Castaneda e Garzaro ci mettono il muro, Caserta annulla tre palle match, ma sulla quarta l’invasione di Alhassan consegna la terza vittoria consecutiva alla Lardini.

I tabellini 

LARDINI FILOTTRANO – GOLDEN TULIP VOLALTO 2.0 CASERTA 3-1

LARDINI FILOTTRANO: Papafotiou 4, Nicoletti 21, Grant 11, Moretto 8, Partenio 13, Angelina 17, Bisconti (L); Bianchini 3. N.e.: Pogacar, Sopranzetti, Mancini, Chiarot (L2), Pirro. All. Schiavo – De Persio.

GOLDEN TULIP VOLALTO 2.0 CASERTA: Bechis 5, Castaneda Simon 18, Garzaro 6, Alhassan 6, Cruz 14, Gray 18, Ghilardi (L); Dalia, Ameri, Poll. N.e.: Holzer. All. Cuccarini – Malcangi.

ARBITRI: Papadopol e Turtù.

PARZIALI: 25-22 (26’), 25-15 (25’), 24-26 (27’), 25-22 (30’).

NOTE: spettatori 1.200 circa. Lardini: battute sbagliate 9, battute vincenti 9, muri 7, ricezione 62% (44%), attacco 48%; Caserta: b.s. 7, b.v. 2, mu. 12, rice 60% (42%), att. 41%. MVP: Laura Partenio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto, il centauro lotta tra la vita e la morte: si indaga sulle cause

  • Schianto sulla Cameranense, Giuliano è morto: ha donato gli organi

  • Il supermercato Tuodì chiude dopo 18 mesi dall'apertura: «Troppa concorrenza»

  • Ragazza annegata a Marina Dorica, sigilli sulla discoteca che le aveva dato da bere

  • La colonia di gatti sta per essere distrutta, l'appello disperato: «In 80 rischiano di morire»

  • Schianto pauroso sulla Cameranense, tre i mezzi coinvolti: motociclista gravissimo

Torna su
AnconaToday è in caricamento