Pallavolo, l'Eurosped NumanaBlu in zona playoff. Galuppi: «Brave, ma dobbiamo migliorare»

«Sono contenta della vittoria, ma ritengo che possiamo e dobbiamo fare molto meglio perché è nelle nostre possibilità»

Il “volere di più” è il principio ispiratore dei grandi. Francesca Galuppi, 18 anni, libero della Conero Eurosped NumanaBlu l’ha già fatto proprio e, nonostante il successo netto contro Pagliare ed i 12 punti in classifica con la squadra a 3 punti dalla vetta, chiede a sé stessa ed alla squadra di fare di più.

«Sono contenta della vittoria – ha detto nel dopo gara – ma ritengo che possiamo e dobbiamo fare molto meglio perché è nelle nostre possibilità. Contro Pagliare abbiamo servito bene ma in certi situazioni di gioco abbiamo pasticciato ed invece, se vogliamo fare un ulteriore salto di qualità, dobbiamo essere più concrete e determinate». Partita con molte incognite, la stagione delle doriche si sta rivelando finora molto positiva. «In sede di preparazione c’era apprensione per capire il reale livello di questa serie B2- ha aggiunto - e, anche per questo, noi eravamo in palestra quando gli altri erano ancora in vacanza e questo credo che ci abbia consentito di partire forte ed ottenere buoni risultatiW. Sabato la Conero Eurosped NumanaBlu sarà di scena alle 18.30 contro la Pieralisi Jesi». Francesca Galuppi, da jesina doc, punta a fare bella figura. «Sarà molto dura perché loro sono una squadra forte ma noi abbiamo già dimostrato contro Corridonia ad esempio, di potercela giocare anche contro le squadre che sulla carta ci sono superiori. Vediamo che succede. Io credo molto in questa squadra e sono convinta che daremo battaglia e renderemo dura la vita anche alla Pieralisi». Reduce da un infortunio e costretta ai box nell’ultima trasferta, Galuppi ha ripreso regolarmente il posto in campo contro Pagliare, giocando una partita molto positiva. «Sono contenta della mia prestazione personale e del rientro dopo l’infortunio, anche se devo migliorare in certe situazioni sulle quali lo staff tecnico mi sta aiutando a crescere. Sono felice di questa avventura perché la Conero è una gran bella famiglia che mi ha accolto benissimo e nella quale mi sento apprezzata».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

  • Le bottiglie si riciclano al supermarket: previsti sconti sulla spesa

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

Torna su
AnconaToday è in caricamento