menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pallavolo, per la Lardini altra conferma importante: Chiara Negrini

Per la Lardini si tratta di una conferma importante per la capacità della "draga" di essere determinante dentro e fuori dal campo

C’è ancora la Lardini nel presente di Chiara Negrini. C’è di nuovo l’A1 nell’immediato futuro della schiacciatrice anconetana, prossima a disputare la decima stagione in massima serie a distanza di 19 anni dalla prima (a Ravenna, allora come libero), stavolta con la maglia di quel Filottrano che ha capitanato alla conquista della coppa Italia di A2 e alla vittoria del campionato cadetto.

«Sono contenta – ammette Chiara Negrini – è una soddisfazione poter tornare in A1 dopo un’annata meravigliosa come quella scorsa. Sono fiera e orgogliosa, non vedo l’ora di ricominciare. Il livello si è alzato e sta tornando quello di qualche anno fa. L’obiettivo sarà cercare di mantenere quello che abbiamo guadagnato sul campo». La passione è quella di sempre e va oltre la carta d’identità e i 38 anni compiuti lo scorso 27 aprile. «Cerco di dare ciò che sento quando entro in palestra e prendo in mano il pallone. Mi metto a disposizione dell’allenatore e della squadra, facendo il possibile per dare la mia esperienza e quell’entusiasmo che per la verità non ho mai perso. Guardo al presente, senza fare pensieri a lungo termine: sto bene e finché proverò certe sensazioni continuerò a giocare». Per la Lardini si tratta di una conferma importante per la capacità della “draga” di essere determinante dentro e fuori dal campo. Una assoluta garanzia. «Ho cominciato a pensare alla possibilità di continuare questo percorso a Filottrano appena finito il campionato, con la società c’è stata la comune volontà di andare avanti insieme. Con coach Beltrami ci conosciamo fin dai tempi di Omegna, anche se non abbiamo mai lavorato insieme. Ci sarà modo perapprofondire questo rapporto». Per Chiara Negrini la prossima sarà la 18ª stagione in serie A e per la terza volta giocherà nel massimo campionato con una squadra della sua regione, dopo aver vissuto l’A1 per quattro stagioni a Jesi e per due a Urbino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento