Sport

Pallanuoto, Barbato Design Vela Ancona: salvezza acquisita ma voglia di stupire ancora

La Barbato Design Vela Ancona torna sabato pomeriggio in acqua alla piscina del Passetto di Ancona (ore 16) per l'ultima partita in casa della stagione

Con la salvezza diretta acquisita grazie al successo di sabato scorso contro il Crocera Stadium, la Barbato Design Vela Ancona torna sabato pomeriggio in acqua alla piscina del Passetto di Ancona (ore 16) per l'ultima partita in casa della stagione regolare. Quindi un turno di riposo osservato dal campionato di A2 e poi l'ultima gara, in trasferta in Sardegna contro la Promogest. Sabato al Passetto arriva il Lavagna, squadra terza in classifica a pari merito con la Promogest, avversaria che i dorici di coach Igor Pace affronteranno con la massima serenità che deriva loro dall'aver raggiunto l'obiettivo stagionale con due turni di anticipo - obiettivo su cui in pochi avrebbero scommesso a inizio stagione -, ma anche con il desiderio di continuare a stupire, di chiudere in bellezza davanti al proprio pubblico, di agganciare il Bologna in classifica. Tante piccole buone ragioni che fanno una motivazione sufficiente per evitare di andare con la mente in vacanza anticipata e per contribuire al regolare svolgimento del campionato sino in fondo.

«Con il Crocera è stata una gara non bella – spiega Igor Pace -, in cui però non era importante giocare bene o avere buone percentuali in superiorità, ma era importante restare compatti, fare una gara di grande sacrificio, e soprattutto vincere. Ci siamo salvati con il beneficio della matematica e questo è un risultato storico per la nostra società, come per tutto il movimento pallanuotistico marchigiano. Pensando da dove siamo partiti, da dove eravamo lo scorso anno, dall'inizio del campionato con zero punti nelle prime quattro gare... C'è stata una crescita incredibile di tutti gli atleti, da quelli che hanno giocato di più a quelli che lo hanno fatto meno, a quelli andati in prestito alternativo che non hanno mai fatto mancare il loro supporto e la loro presenza in allenamento, a tutto lo staff tecnico e alla società. E' una grande vittoria per tutta la pallanuoto marchigiana e sono contentissimo per i ragazzi che durante la stagione hanno fatto sacrifici enormi. Siamo tornati a lavorare duramente, dopo un paio di giorni di festa, per onorare sino in fondo il campionato e provare intanto a vincere l'ultima partita interna con il Lavagna, prima della trasferta di Cagliari che concluderà il campionato. Poi cominceremo a pensare alla nuova stagione, che non potrà che essere positiva visto la giovane età della squadra».

Gli fa eco il presidente della Vela Ancona, Fausto Aitelli: «La salvezza era l'obiettivo del nostro campionato in A2 maschile, obiettivo che sembrava anche difficile da conseguire, a inizio stagione. Ma lo era stato anche la promozione dello scorso anno, qualcosa di sperato e inseguito, ma non certo prevedibile. L'aver ottenuto la permanenza in A2 con due turni di anticipo è dunque una conferma piacevolissima della nostra storia societaria. E non dimentichiamoci le ragazze della A2 femminile che hanno già conquistato matematicamente i playoff. Ora avremo più tempo dello scorso anno per organizzare la prossima stagione, in cui i risultati di quest'anno dovranno assolutamente essere riconfermati. Una sola persona non fa una squadra, ci sono tanti giocatori che sono scesi in acqua, guidati dall'allenatore e dai suoi collaboratori: faccio i miei complimenti a tutta l'equipe che ha reso possibile tagliare questo difficile traguardo».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallanuoto, Barbato Design Vela Ancona: salvezza acquisita ma voglia di stupire ancora

AnconaToday è in caricamento